WEB RADIO

Music Star Pino Daniele
 
RMC Hits
 
Music Star Giorgia
 
RMC 90
 
RMC Marine
 
Music Star Coldplay
 
rmc
 
Radio Monte Carlo FM
 
Monte Carlo Nights Story
 
RMC New Classics
 
RMC 80
 
MC2
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
RMC Italia
 
Radio Bau & Co
 
Music Star Jovanotti
 
Radio Festival
 
Music Star Zucchero
 
RMC Love Songs
 
RMC Great Artists
 
RMC Duets
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Radio Kay Kay
 

Il rispetto per le donne si "impara" da bambini. Ecco 4 regole da seguire

Insegnare ai propri figli a rispettare le donne è una questione di buon esempio. E bisogna liberarsi (e liberarli) da alcune convinzioni purtroppo consolidate.

Il rispetto per le donne si "impara" da bambini. Ecco 4 regole da seguire

I bambini di oggi sono gli uomini di domani e quando siamo di fronte ad un caso di violenza sulle donne, viene da chiedersi se dietro a certi gesti non ci sia una profonda lacuna nell’educazione al rispetto per le donne. La verità è che non bisogna aspettare che un figlio sia adolescente o rientri nell’età in cui si hanno le prime cotte per spiegargli cosa sia il rispetto per le donne.

In realtà non bisogna solo spiegarglielo, è necessario dimostrarlo e smettere di attuare dei comportamenti che ci appaiono banali e anche comuni, ma che inculcano nella mente di un bambino convinzioni che hanno un legame, seppure sottile, con la discriminazione sessuale.

Come comportarsi allora? Ecco 4 regole per educare il bambino al rispetto per le donne.

 

  1. Rispettare i suoi "no"

Una questione di esempio. Se non rispettiamo i no di un bambino, come pretendiamo possa farlo con gli altri? Ecco perché se non vuole che gli venga fatto il solletico, ad esempio, o che venga baciato e coccolato in un determinato momento, non bisogna farlo. Avrà l’esempio diretto che l’individualità corporea esige rispetto.  

 

  1. Far crollare i fasi miti

I maschietti non piangono”: una delle frasi più pronunciate dalle mamme che, però, esprime in maniera evidente la convinzione che esternare le proprie emozioni, specie se legate a tristezza e fragilità, sia qualcosa di sbagliato per un bambino. Invece non è affatto così. Insegnate ai vostri bambini a riconoscere ed accettare le proprie emozioni.

 

  1. Parlare del corpo umano e delle sue funzioni.

Un corpo non è fatto per essere guardato o ammirato nella sua esteriorità. E questo è bene che un bambino lo apprenda sin da subito. Parlategli delle parti del corpo facendo riferimento alle funzioni che hanno nel nostro organismo e non solo dal punto di vista estetico. Il grasso, ad esempio, è bene sappia che è anche una riserva di energia per il nostro organismo.

 

  1. “Il sesso debole” non esiste

La convinzione che una donna sia più debole dell’altro sesso e non possa fare tutto ciò che è sempre stato ritenuto prerogativa dell’uomo è, appunto, solo una convinzione. Anche in questo caso è una questione di esempio. Fate vedere a vostro figlio che siete in grado di svolgere le mansioni "dure" con autonomia e che le faccende domestiche hanno un valore. E no, non sono un compito prettamente femminile.