A Copenaghen troppe bici sulle piste ciclabili, ecco la soluzione al problema

A Copenaghen troppe bici sulle piste: in arrivo le "autostrade ciclabili"

L’Unione Europea incentiva la soluzione per risolvere il problema del traffico su due ruote nella capitale danese.

A noi italiani potrebbe sembrare surreale, abituati come siamo a piste ciclabili di fortuna e a preferire la comodità dell’automobile ad una sana corsa in bicicletta, ma in Danimarca il problema del traffico è "su due ruote".

Le piste ciclabili di Copenaghen sono infatti talmente intasate che ora è scesa in campo l'Unione Europea per prendere provvedimenti. Tutti i danesi prendono la bici e si calcola che ogni giorno siano almeno 270mila le biciclette che percorrono le strade della capitale, superando di 10mila unità il numero delle automobili.

Copenaghen è stata la prima città al mondo a dotarsi di un sistema informativo che indica ai ciclisti percorsi alternativi segnalando gli ingorghi, con l’ausilio di enormi schermi collocati sulle piste più trafficate, in  particolare quelle di Nørrebrogade, Gyldenløvesgade, Amagerbrogade, Vermlandsgade e Amagerfælledvej, che arrivano ad avere addirittura quattro corsie. L’iniziativa è stata finanziata dall’Unione Europea e promossa dall’assessore per la tecnologia e l’ambiente Morten Kabell, spinto dalla necessità di risolvere il problema della congestione del traffico nelle ore di punta.

Ma non è tutto. Per migliorare la qualità dell’aria e promuovere l’economia, il Comune di Copenaghen prevede che entro il 2025 il 75% degli spostamenti nella capitale avverrà in bicicletta, a piedi oppure con i mezzi pubblici.
Per permettere uno sviluppo sostenibile in tal senso, i cittadini e i pendolari saranno agevolati dall’ampliamento del Supercykelstier, uno snodo di autostrade ciclabili che mettono in comunicazione il centro città con 23 comuni limitrofi.
Un investimento costato in totale 120 milioni di euro che riflette la strategia alla base del progetto: la creazione di una piattaforma in grado di fornire informazioni su tutti i mezzi di trasporto per la gestione coordinata del traffico, dei parcheggi e dell’inquinamento.

Now on air