Mostra del Cinema di Venezia: la terza giornata

Mostra del Cinema di Venezia: la terza giornata

Mostra del Cinema di Venezia: la terza giornata

Mostra del Cinema di Venezia: la terza giornata
Julian Schnabel e Rula Jebreal


Chi si aspettava discussioni e polemiche a causa del film di Julian Schnabel "Miral” è rimasto deluso. La storia, tratta da un romanzo della giornalista Rula Jebreal (adesso compagna del regista), affronta la delicata vicenda dei rapporti tra Israeliani e Palestinesi. Ma a giudicare dall'accoglienza in sala, ha scatenato poche emozioni, nel bene e nel male.


Vera polemica invece quella che ha coinvolto l'apparentemente solare rassegna dedicata ai film comici italiani. Massimo Boldi ha accusato la Mostra di averlo ingiustamente escluso dalla selezione dei film, operando una scelta elitaria e di casta.


Le vere emozioni sono comunque arrivate con il film "Norwegian wood”, tratto dall'omonimo celebre romanzo di Haruki Murakami e diretto da Tran Anh Hung. Una delicata storia sentimentale e di crescita, con una strepitosa Rinko Kikuchi, attrice di culto giapponese.


Altre emozioni grazie all'energetico, camaleontico, vitale presidente di giuria Quentin Tarantino, vero ciclone di entusiasmo e creatività, che sta animando con la sua presenza la Mostra e ci ha già promesso un nuovo film interpretato da Barbara Bouchet e Lino Banfi. E scusate se è poco.


Emozioni glamour invece per l'atteso party (esclusivo, naturalmente) organizzato da Vuitton per Sofia Coppola, il cui film "Somewhere” è tra i grandi attesi della Mostra.


I FILM DI OGGI

Somewhere di Sofia Coppola

Happy few di Anthony Cordier

Now on air