Cogan: Killing them softly

Il thriller interpretato da Brad Pitt e James Gandolfini

Una storia avvincente a base di partite a poker, boss mafiosi e tre ragazzi sbandati che tentano di mettere a segno il colpo della propria vita. Naturalmente non sarà così, e la rapina da loro effettuata ai danni dei potenti criminali locali li precipiterà in un drammatico incubo.

A dare maggiore spessore alla vicenda, un cast di tutto rispetto, che schiera Brad Pitt nel ruolo di un killer professionista, incaricato di dar la caccia ai tre malcapitati; Ray Liotta, il gangster che gestisce la bisca clandestina, inzialmente sospettato del clamoroso furto; James Gandolfini, sicario dedito all'alcol; e uno strepitoso Sam Sheperd. Il film, ambientato in Louisiana, lancia uno sguardo amaro e disincantato sulla società americana contemporanea, sintetizzato dalla frase di Brad Pitt: «L'America non è un Paese, è un business!». Alla regia c'è Andrew Dominik (già dietro la macchina da presa per "L'assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford”) che ha anche curato l'adattamento del soggetto, tratto dal romanzo "Cogan” di George V. Higgins.

Now on air