Festival di Cannes: il 2018 è l’anno delle donne

Festival di Cannes: il 2018 è l’anno delle donne

Dopo gli scandali che hanno travolto il mondo del cinema, la kermesse francese vuole mettere in atto un cambiamento che vede al centro la figura della donna

Al via la rassegna cinematografica del Festival di Cannes, che proseguirà fino al 19 maggio. 

L’edizione numero 71 è caratterizzata da grandi cambiamenti: dall’esclusione delle pellicole Netflix al divieto dei selfie in passerella. Grande attenzione è rivolta soprattutto alle donne.

In questa edizione particolarmente delicata, Thierry Frémaux, delegato generale della rassegna, vuole certamente portare aria di svolta, visti i recenti scandali che hanno travolto il mondo del cinema.

Innanzitutto, la giuria sarà guidata da Cate Blanchett, attrice australiana doppio premio Oscar, direttamente coinvolta nel caso Weinstein. Con lei ci saranno anche Lea Seydoux e l'americana Kristen Stewart.

Ma non si punta solo sulle donne in giuria.

Dopo l’inizio alla grande con Penelope Cruz (insieme al marito Javier Bardem in «Everybody Knows»), sono attese anche Isabelle Adjani, Vanessa Paradis, Uma Thurman, Emilia Clarke, Valeria Golino. Talenti e stelle del cinema non solo per i film in concorso per la Palma D'Oro, ma anche per i film esordienti di "Un Certain Regard". 

Nella borsa ufficiale della manifestazione sarà poi consegnato anche un biglietto che sensibilizza sul tema delle molestie, ricordando il numero per segnalare episodi: è importante dare un segnale all'industria cinematografica, partendo anche dalle piccole cose.  

Now on air