Rami Malek alias Freddie Mercury sarà da premio Oscar?

Rami Malek alias Freddie Mercury sarà da premio Oscar?

L’attesissimo “Bohemian Rhapsody”, biopic sul cantante dei Queen, sembra aver lanciato una volta per tutte la carriera dell’attore statunitense. Entrerà almeno tra le prossime nomination?

Manca poco più di un mese all’uscita nelle sale cinematografiche italiane dell’attesissimo “Bohemian Rhapsody”, il biopic sulla vita di Freddie Mercury e ora l’attenzione sembra essere tutta su Rami Malek. L’attore statunitense che interpreta il celeberrimo cantante dei Queen infatti pare sarà uno dei papabili candidati alla statuetta di miglior attore protagonista alla prossima notte degli Oscar che si terrà il 24 febbraio.

Di sicuro la carriera di Malek, conosciuto in particolare per la sua interpretazione nella serie tv “Mr Robot”, si trova a un punto di svolta e in molti sono pronti a scommettere che sarà proprio lui a vincere il premio.

Le prime proiezioni di “Bohemian Rhapsody” infatti sono state un grande successo e in tanti hanno particolarmente apprezzato l’interpretazione di Rami Malek nei panni di Freddie Mercury. La prova non era affatto facile, ma a giudicare da chi ha visto il film sembra che l’attore si sia completamente calato nel suo personaggio riuscendo a portare sullo schermo un Freddie Mercury eccezionale, «alternando energia e dramma e catturando brillantemente lo spirito dell’uomo e del musicista in tutta la sua complessità e stile» si legge su Deadline.

Malek nel film non canta ma pare che sia ugualmente riuscito a dare una straordinaria linfa vitale al suo Mercury. Negli Stati Uniti il film sta già incassando numerosi consensi, ma noi dovremo aspettare fino al 29 novembre per vederlo nelle sale. La 20th Century Fox che ha prodotto il film ha anche posto l’embargo sulle recensioni del film fino al 2 novembre, quindi fino a quella data non potremo nemmeno leggere cosa ne pensano oltreoceano. Di sicuro c’è solo che alla fine delle prime proiezioni con stampa e pubblico Malek è stato osannato con una standing ovation. Trovata di marketing azzeccata o interpretazione memorabile? Non ci resta che aspettare ancora un po’ e poi potremo dare il nostro parere!

Now on air