La Gioconda va in tour: ma il conto è salatissimo!

E... se la Gioconda andasse in tour? Il conto sarebbe salatissimo!

Il ministro della cultura francese ha dato il via libera per esporre il capolavoro di Leonardo Da Vinci nei musei stranieri, ma le spese del suo “viaggio” sono esorbitanti!

Quale museo al mondo non vorrebbe avere il privilegio di ospitare al suo interno la Gioconda, il capolavoro di Leonardo Da Vinci? Tutti. L'opera, come ben si sa, è una delle principali attrattive del Louvre, a Parigi. Adesso però potrebbe... andare in tour. A prezzi salatissimi. Qualche giorno fa infatti il ministro della cultura francese Francoise Nyssen ha dato il nulla osta a un tour itinerante del quadro: «Non vedo perché certe opere debbano restare confinate. Il mio obiettivo è sempre stato quella della lotta alla segregazione culturale» ha spiegato.

E così la direzione del Louvre ha iniziato a stilare per il ministero della Cultura francese un piano di costi per il trasporto per tre mesi della Monna Lisa, che ha dato però risultati esorbitanti. Per trasportare la Gioconda in altri musei, considerando assicurazione, sorveglianza e spese vive di trasporto, si spenderebbe un cifra tra i 30 e i 35 milioni di euro. Una somma a dir poco salata per i musei che vogliano ospitare l’opera di Leonardo.

Nel dettaglio si stima che i costi per assicurare la Gioconda siano di circa 2 milioni di euro, altri 3 milioni sono necessari per realizzare una particolare vetrina di protezione che mantenga la temperatura costante, poi c’è da costruire ad hoc un imballaggio speciale che riesca ad assorbire qualsiasi tipo di vibrazione durante il trasporto, per una cifra pari ad altri 3 milioni di euro, ai quali vanno poi aggiunte le spese di trasporto e quelle della scorta.

Ma non tutti sono d’accordo nel mandare in tour la Gioconda: «Il 90% dei visitatori viene per il capolavoro di Leonardo» spiegano dal Louvre  e, se il quadro della Monna Lisa dovesse andare via temporaneamente, i visitatori da tutto il mondo potrebbero disdire le prenotazioni. Ciò comporterebbe meno introiti in cassa, da aggiungersi anche ai mancati acquisti nei gift shop e nei ristoranti della struttura. Un danno che dal Louvre, su un tour di 3 mesi della Gioconda, stimano in 13 milioni di euro.

Nel passato comunque il quadro di Leonardo era solito girare per il mondo: nel 1963 andò negli Stati Uniti, dove fu mostrato prima a Washington e poi a New York, nel 1974 in Giappone. Oggi però lo stato di salute della Gioconda è precario e alcuni esperti affermano che spostarla, anche se solo di stanza in stanza all'interno del Louvre, potrebbe essere pericoloso.

Now on air