Il burro? Non è dannoso come si crede!

È una notizia abbastanza sorprendente, soprattutto ripensando agli anatemi che hanno colpito questo alimento negli anni passati. Il burro è stato infatti accusato di provocare gravi problemi al cuore e alla circolazione, per il suo contenuto di grassi.

Consumo moderato

Ma adesso, la sua posizione si fa meno drastica. Recenti ricerche sull’argomento (ultima quella della Tufts University di Boston) hanno riabilitato il burro, asserendo che può anche proteggere dal diabete di tipo 2 e che non è la causa originaria delle malattie cardiache. Spazio dunque al burro nell’alimentazione? Sì, naturalmente sempre a patto di non esagerare e farne un consumo moderato.

Now on air