Un esercizio che migliora l’umore: pianta il seme del desiderio e lascialo germogliare

La primavera è la stagione del risveglio e del rinnovamento. Fiorisci anche tu con questo semplice esercizio, suggerito dall’antica alchimia:

Procurati un vasetto di terra e qualche seme di una pianta o un fiore che ti piace.

Soffermati adesso su un tuo desiderio, di qualsiasi natura esso sia e concentrati su di esso, come se tutta la tua energia convogliasse verso la sua realizzazione.

Mantenendoti su questo pensiero, interra i semi nella terra, spingendoli bene in fondo, in modo che possano attecchire. Innaffia il vaso quanto basta ed esponilo alla luce.

Mentre fai quest’operazione immagina che ad esser interrato sia il tuo desiderio. Poi impegnati nei giorni a seguire di non pensarci più. Attecchirà? Non attecchirà? Pensarci sarebbe come dissotterrare i semi e farlo impedirebbe loro di radicarsi. Tu affida invece il tuo desiderio alla terra e lascia che tragga da essa il nutrimento che insieme alla luce e all’acqua gli serve per realizzarsi.

Ogni giorno vai a vedere il vaso, aspetta che spuntino i primi germogli.

Un’attesa paziente, vigile, che sa non disturbare , è un’ottima alleata della vita nuova che va a crearsi.

Quest’operazione simbolica ti insegna a fidarti della forza di realizzazione che c’è nel desiderio. Sgombrato il terreno da dubbi e pensieri, ne faciliti l’esaudimento.  

di Katia Vignoli

Vuoi fare una domanda agli esperti di Starbene? Clicca il tasto qui sotto

Now on air