UPAW 2018, artisti al lavoro a Monte Carlo

10 opere per un’asta nel segno dell’ambiente. Il tag del Principe Alberto II

di Andrea Munari

Da mercoledì 18 a venerdì 20 luglio, sul porto del Principato, si svolge l’evento UPAW (Urban Painting Around the World), di cui RMC è radio ufficiale. Dieci artisti internazionali di street art stanno realizzando davanti al pubblico altrettante opere sul tema “Une planète à croquer?” (Una pianeta da ridisegnare). Da mercoledì i primi artisti si sono messi al lavoro, come Mister OneTeas e Beli. Colori e forme iniziano a comporsi sui muri di 6x2 metri messi a disposizione.

Molto attesa la visita del Principe Alberto II giovedì 19 luglio, che nel pomeriggio ha incontrato gli artisti e come lo scorso anno ha voluto lasciare il proprio “tag” personale. Foto ricordo e un omaggio da parte dell’organizzazione di UPAW Monaco, un rinoceronte di resina personalizzato dai 10 artisti. Un regalo che preannuncia anche il tema della prossima edizione dell’evento nel 2019: “Animali in estinzione”.

Immaginazione, talento, tecnica per dare vita ad un’opera che deve lanciare un messaggio per sensibilizzare e incoraggiare tutti ad impegnarsi per proteggere l’ambiente. Naturalmente anche le bombolette utilizzate sono ecologiche.

I 10 artisti di UPAW 2018 sono Chris Daze ( USA), Huge (Svezia), Mad C (Germania), Beli e Mr.One Teas (Monaco), Julien Colombier e Kashink (Francia), Xavier Magaldi (Svizzera), Niels Shoe Meulman ( Olanda), Remi Rough (Inghilterra).

Come l’anno scorso, le opere saranno battute all’asta venerdì 20 luglio e parte del ricavato è destinata alla Fondazione Principe Alberto II (FPA2) per finanziare uno dei progetti a favore dell’ambiente.

«Siamo molto soddisfatti per come è iniziata la seconda edizione di UPAW – ha dichiarato Alberto Colman, organizzatore dell’evento – Molto è stato fatto nella prima edizione per farci conoscere e siamo rimasti anche sorpresi del riscontro mediatico in tutta Europa. Per il 2018 abbiamo altri grandi artisti qui a Monaco, tutti motivati ed entusiasti che sono già ala lavoro e per la vendita all’asta delle loro opere sappiamo che sono interessati alcuni collezionisti appassionati di Street Art».

Now on air