A Monte Carlo torna il fascino della street art per l’ambiente

Sul porto opere di dieci artisti dal 18 al 20 luglio. RMC media partner

Colori, disegni, grandi artisti, una buona causa e il Sovrano di Monaco che si diverte a taggare! Tutto questo è stata la prima performance live di street art a Monte Carlo grazie a UPAW (Urban Painting Around The World).

Dal 18 al 20 luglio, sul porto di Monaco, si svolgerà la 2a edizione.

Dieci artisti provenienti da otto Paesi si esibiranno all’aperto su muri “effimeri” che misureranno 6x2 metri. Il tema di quest’anno è “Une planète à croquer?” (Un pianeta da sgranocchiare o ridisegnare?), che pone l’accento su ciò che l’uomo fa alla natura, divorandola e rovinandola, e lancia il messaggio sull’urgenza di trovare una soluzione.

UPAW porta la street art a Monaco, l’arte della strada, con artisti oggi rinomati nel mondo e che vogliono sensibilizzare il pubblico alle tematiche della protezione dell’ambiente proprio attraverso l’arte.

Questi i nomi degli artisti dell’edizione 2018, tra cui tre donne: la francese Kashink; la tedesca Madc e per il Principato di Monaco l’artista Beli. Poi Chris Daze Ellis (USA); Huge (Svezia); Niels Shoe Meulman (Olanda); Xavier Magaldi (Svizzera); Remi Rough (Inghilterra); Julien Colombier (Francia); Mr One Teas (Monaco).

Alcuni artisti prepareranno anche un fondo street art sul tema dell’atletica che sarà posto dietro al podio di Herculis Diamond League, competizione internazionale che si svolgerà venerdì 20 luglio allo stadio Louis II. Per l’occasione alcune dimostrazioni, come anticipo delle gare, sono in programma accanto ad UPAW sul Molo Albert I, giovedì 19 luglio.

Anche quest’anno gli artisti decoreranno, ognuno con il proprio stile, alcuni bagagli a mano (Tumi) e prepareranno alcune tele di formato più piccolo per chi vorrà comunque portare a casa un’opera street art.

Venerdì 20 luglio è prevista la vendita all’asta di tutte le opere realizzate e che sarà curata da Artcurial. Parte del ricavato è destinato alla Fondazione Principe Alberto II (FPA2), per finanziare un progetto a favore dell’ambiente.

Inoltre, il Grimaldi Forum per il secondo anno offre le moquette già utilizzate nei diversi saloni che, invece di essere gettate, saranno poste sotto il muro di ogni artista; ogni moquette sarà autografata e poi venduta all’asta.

(photo copyright Erika Tanaka)

Now on air