Travis Fimmel: un duro dal cuore tenero

L'attore è il protagonista di "Finding Steve Mc Queen", il film che conclude le proiezioni del XV Montecarlo Film Festival de la Comedie

L’arrivo della troupe americana ad accompagnare l’anteprima mondiale di "Finding Steve Mc Queen", il film fuori concorso che concluderà le proiezioni del XV Montecarlo Film Festival de la Comedie, è coincisa anche con il ritorno del sole sul Principato.

Il film, diretto da Mark Stephen Johnson, regista di alcuni comic movie come "DareDevil" e "Ghostrider", è una tipica action comedy dove un gruppo di strampalati rapinatori cerca (e trova) il colpo della vita: rubare 30 milioni di dollari destinati a finanziare illegalmente la campagna elettorale di Richard Nixon. E’ una storia realmente accaduta e che è stata prima raccontata da uno dei protagonisti in un libro e poi scoperta e trasformata in film dai produttori Silvio Muraglia e Anthony Mastromauro. Protagonista del film Travis Fimmel, star della serie tv "Vikings", interprete perfetto nella parte di un delinquente tutto cuore e coraggio.

«Cerco sempre di interpretare al meglio il mio personaggio, trovando la migliore sfaccettatura possibile – ha raccontato l’attore australiano – Il personaggio di Harry nel film è quello di un uomo apparentemente duro che cerca di aiutare i suoi compagni e alla fine rimane invischiato in un mare di guai».

“Il cast è stato pensato partendo proprio da Travis – ha detto il regista Mark Steven Johnson – perché volevamo che la storia pur essendo ambientata negli anni Settanta fosse accattivante anche per un pubblico più giovane. E Travis ha un seguito di fan numerosissimo. Poi abbiamo scoperto che è anche una persona divertentissima».

Il clima rilassato e divertito che si è vissuto sul set si respirava anche in conferenza stampa, con il padrone di casa Ezio Greggio a condurre sempre in modo brillante le chiacchierate e a riuscire a trarre il meglio dai suoi ospiti.

«Mi sono divertita tantissimo a recitare a fianco di Travis – ammette Rachel Taylor, conosciuta per la sua partecipazione nella serie Jessica Jones – che è riuscito sempre a stemperare l’atmosfera e a farci divertire, anche nel caldo torrido di Atlanta dove abbiamo girato il film».

di Pier Paolo Bonelli

Now on air