Poltu Quatu Classic: il Concorso d’Eleganza di auto d’epoca più glamour dell’estate

L'emozionante raduno automobilistico si è svolto in Costa Smeralda. Guarda tutte le foto più belle

Il mare di Sardegna, una location elegante e il sole per far brillare le belle carrozzerie tirate a lucido. C'erano tutti gli elementi per un'edizione di successo di questo raduno che sta diventando un classico della Costa Smeralda. In palio c'era il trofeo disegnato da Fabrizio Giugiaro, ma soprattutto la soddisfazione di essere al volante di un'auto giudicata da una giuria esperta e competente. A presiederla Paolo Tumminelli, esperto di design e curatore di Grand Basel, coaudiuvato da Dominik Fischlin del Comitato del Concorso d’Eleganza di Villa d’Este e rappresentante FIVA, Luciano Bertolero fondatore di Auto Classic e grande esperto Ferrari, Afshin Behnia CEO di Petrolicious e Alberto Vassallo CEO di Car and Vintage, i due social media più conosciuti nel mondo dell’Automotive.

La terza edizione del Concorso d’Eleganza di auto d’epoca più glamour dell’estate si è svolta al Grand Hotel Poltu Quatu e ha visto trionfare l’Alfa Romeo 1750 Gran Sport Zagato Testa Fissa del 1930 di Luca Bergamaschi.

A presentare auto e driver sono stati Simone Bertolero, organizzatore e anima di Poltu Quatu Classic, insieme a Savina Confaloni, conduttrice TV e giornalista specializzata in auto d'epoca.

Il Palmares completo 

Classe “La Grande Bellezza” Siata 208 Sport Spider di Giorgio Vinai (trofeo Auto Classic), e via via le altre classi:
Classe “La Dolce Vita” Lancia Aurelia B24 Spider di Mauro Milano (trofeo Modena Motor Gallery)
Classe “Via col vento” Alfa Romeo Giulietta Spider Prototipo Bertone di Duccio Lopresto (trofeo Automotoretrò)
Classe “Il Grande Gatsby” Alfa Romeo 2500 6C Spider De Mola di Daniel Donovan (trofeo  Registro Italiano Veicoli Storici) 
Classe “Ritorno al Futuro” Lamborghini Countach 25th Anniversary di Raul Marchisio (trofeo Milano Autoclassica)
Assegnati anche alcuni Premi speciali:
Per il design più affascinante: Ferrari 166 Mille Miglia di Mario Casella (trofeo Autoemotodepoca)
Per il design più stravagante: Tatra T87 di Alessandro Pasquale (Premio Sotheby’s Italia)
Per la Fiat più importante: Fiat 1500 Sport elaborata Stanguellini d Gianni Morandi(trofeo Registro Fiat Italiano)
Per l’auto più simpatica: Fiat 509 Delfino di Pietro Tenconi (trofeo Gare d’Epoca)

Maurizio DiMaggio

Now on air