Time in Jazz: grandi emozioni musicali in uno scenario d'eccezione

Appuntamento dall'8 al 16 agosto con la XXXI edizione del festival diretto da Paolo Fresu a Berchidda e in altri centri del nord Sardegna. RMC è radio ufficiale

E' un appuntamento emozionante, che rimane impresso nella mente e nel cuore, tra grande musica e scenari di bellezza impareggiabile. E' Time in Jazz, il festival diretto da Paolo Fresu, che si svolge a Berchidda e in altri centri del nord Sardegna dall'8 al 16 agosto. Un evento coinvolgente, un vero catalizzatore di entusiasmo, che appare anche nelle parole degli organizzatori:

«Cosa sia Time in Jazz è difficile da raccontare con le parole. Time in Jazz è emozione. Quella di trovarsi a pochi chilometri dalla Costa Smeralda, ma immersi nella natura incontaminata dell’interno. In un paese a 300 metri sul livello del mare nel quale vivono meno di 3000 persone che, dall’8 al 16 agosto, vede oltre 35000 persone arrivare con la voglia di condividere. E si condivide tutto: musica, cibo, vino, parole, sguardi, passaggi in macchina, camminate all’alba per raggiungere luoghi incontaminati in cima al monte Acuto per assistere a un concerto magico oppure spiagge dove la musica e il rumore del mare diventeranno una cosa sola.

Un festival fatto da oltre 130 volontari di ogni età che tutti gli anni arrivano e si mettono a disposizione di quello che c’è da fare. Dove molti degli stessi artisti che calcheranno il palco vogliono fare i volontari di giorno.

Time in Jazz è natura e magia. E’ scambio e confronto. Gli spettacoli che si vedono a Time in Jazz nascono e muoiono lì. Perché sono improvvisazioni artistiche che altrove non possono esistere. Sotto un bosco di lecci, in un sughereto, in chiesette campestri o Chiese che si trasformano in luoghi nuovi».

Time in Jazz sceglie quest'anno come titolo un numero romano: "XXXI". Paolo Fresu ne spiega il motivo: «Ciò che vogliamo fare per i prossimi 3 anni è giocare sui numeri romani XXXI, XXXII, XXXIII, perché ci appassiona ed è stimolo per nuove connessioni artistiche e creative... continueremo ad impegnarci come abbiamo fatto in questi primi 30 anni. Con passione e dedizione. Mettendoci all'ascolto di quelle che sono le novità della musica contemporanea in campo internazionale ma senza dimenticare il jazz italiano che, sempre di più, è presente in seno al programma del nostro festival».

Il calendario è ricco di proposte differenti: Enrico Rava con il suo gruppo Tribe (Gianluca Petrella, Giovanni Guidi, Gabriele Evangelista, Fabrizio Sferra), Gegè Munari, Greta Panettieri, Enrico Zanisi, William Greco, Emanuele Maniscalco, Carla Casarano, Matteo Bortone, Vincenzo Saetta, Gabrio Baldacci, Francesco Lento, Pasquale Mirra, Marco Bardoscia, Stefano Tamborrino, Francesco Diodati, Luca Bulgarelli, i Plus 39 (gruppo composto dai migliori allievi della scorsa edizione del Seminario Nuoro Jazz) e Giovanni Gaias

Tra gli artisti internazionali ci sono il sassofonista americano Steve Coleman con i Five Elements, il suonatore di oud e cantante tunisino Dhafer Youssef, la big band franco-algerina-marocchina Fanfaraï e, in arrivo dalla Svezia, il pianista Jan Lundgren e il trombonista Nils Landgren con i rispettivi progetti.

Dieci giorni di eventi musicali, dal mattino a notte fonda, si susseguono in spazi e scenari differenti: dai boschi montani agli scorci marini, dalle stazioni ferroviarie alle chiesette di campagna, dalle piazze agli altri luoghi notevoli dei sedici comuni, che insieme a Berchidda costituiscono il "circuito" del trentunesimo Time in Jazz: Arzachena, Bortigiadas, Castelsardo, Cheremule, Erula, Loiri Porto San Paolo, Mores, Olbia, Ozieri, Ploaghe, Posada, San Teodoro, Sassari, Sorso, Telti, Tempio Pausania e Tula.

Oltre agli show sul palco "centrale", del festival (in piazza del Popolo a Berchidda) sono in programma anche dei "late night show" nella piazzetta adiacente: un dopofestival all'insegna di groove e ritmiche africaneggianti, hip-hop e scratch battezzato Time is over e curato da Gianluca Petrella. 

Alle proposte musicali si affiancano iniziative di promozione e sensibilizzazione ambientale, presentazioni di novità editoriali e la selezione di film e  documentari curata dal regista Gianfranco Cabiddu.

Grande anteprima martedì 7 agosto con Time in Sassari quando, in piazza Santa Caterina, si esibisce una delle migliori cantanti jazz italiane, Greta Panettieri, cantante compositrice e multistrumentista già ben nota internazionalmente.

Mercoledì 8 agosto

Alle 9 al Demanio Forestale Monte Limbara Sud protagonista è il pianista William Greco; a mezzogiorno ad Arzachena il batterista Giovanni Gaias e il suo trio. Alle 18  a Erula il trio composto da Enrico Zanisi, Gabriele Evangelista ed Emanuele Maniscalco; alle 21 in riva al mare, alla Torre di San Giovanni, Greta Panettieri.

Giovedì 9 agosto

Alle 11 a Berchidda la violinista Leila Shirvani e la violoncellista Asja Valcic. A Sa Mandra Manna alle 18 il contrabbassista Gabriele Evangelista alla guida di un quartetto formato da Pasquale Mirra al vibrafono, Gabrio Baldacci alla chitarra e Bernardo Guerra alla batteria. A Ozieri alle 21.30 "Tribute to Jan Johansson", progetto del pianista svedese Jan Lundgren con il contrabbassista Mattias Svensson e un quartetto d'archi (Johannes Dickbauer primo violino, Emily Stewart secondo violino, Aurore Cany viola e Asja Valcic violoncello).  

Venerdì 10 agosto

Alla stazione ferroviaria di Tempio Pausania alle 11 Jan Lundgren per il concerto "Biasi's Land", una produzione originale del festival per "JazzRAIL", progetto nell'ambito della rete nazionale I Luoghi del Jazz sostenuta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Negli stessi orari concerto a bordo della motonave della Corsica Ferries–Sardinia Ferries in viaggio dal porto di Livorno (partenza alle 8) a Golfo Aranci (arrivo previsto alle 14.30) con la musica trascinante di Fanfaraï, atipica big band composta da musicisti francesi, algerini e marocchini che mescolano raï, chaabi, musica gnawa, ottoni jazz, afro-cubani e tzigani. Alle 18 a Bortigiadas il trio ClarOscuro di Matteo Bortone con Enrico Zanisi al pianoforte e Stefano Tamborrino alla batteria. Alle 21.30 Calici di Stelle per la Notte di San Lorenzo al Museo del Vino di Berchidda (in collaborazione con le "Cantine del jazz") ed evento "Lumină", ideato da Paolo Fresu, con Carla Casarano alla voce, Leila Shirvani al violoncello, Marco Bardoscia al contrabbasso, William Greco al pianoforte e Emanuele Maniscalco alla batteria e alle percussioni. "Lumină" ruota intorno al tema della Luce e presenta testi originali sullo stesso tema, scritti da Erri De Luca, Lella Costa, Marcello Fois e Flavio Soriga, oltre a una poesia di Emily Dickinson.

Sabato 11 agosto

Alle 11 nella Chiesa di San Giovanni a Mores il vibrafonista Pasquale Mirra, il chitarrista Gabrio Baldacci e il sassofonista Vincenzo Saetta. Alle 18 a Olbia,  alla Chiesa di San Paolo, dialogo tra i contrabbassi di Matteo Bortone e Marco Bardoscia. Alle 21.30 nella necropoli di Moseddu, nei pressi di Cheremule, Fanfaraï

Domenica 12 agosto

Si inizia con l'ensemble Seacup (Ilaria Lanzoni al violino, Jamiang Santi alla viola, Naomi Berrill al violoncello e alla voce, Gabriele Evangelista al contrabbasso, con batteria, elettronica e voce di Stefano Tamborrino e con sassofono e clarinetto di Dan Kinzelman). Alle 18  a Olbia, nella chiesa di San Pantaleo, concerto di TriApology (con il sassofonista Vincenzo Saetta, il chitarrista Michele Penta e il batterista Ernesto Bolognini). In serata, a Berchidda, sul palco centrale di Time in Jazz concerto inaugurale di Enrico Rava con il gruppo Tribe che riunisce alcuni dei migliori talenti della scena jazzistica nazionale: il trombonista Gianluca Petrella, il pianista Giovanni Guidi, Gabriele Evangelista al contrabbasso e Fabrizio Sferra alla batteria. Segue "Time is over" con il batterista, compositore, dj e producer Andrea Benini e il vibrafonista Pasquale Mirra, del progetto Mop Mop.  

Lunedì 13 agosto

Alle 11 a Telti, nella chiesa di San Bachisio, "Blackline", progetto in trio di Francesco Diodati con la voce e tastiere di Leila Martial e groove di Stefano Tamborrino. Alle 18 a Porto Taverna, Loiri Porto San Paolo, Enrico Zanisi al pianoforte, Luca Bulgarelli al contrabbasso e Francesco Lento alla tromba. A Berchidda alle 21.30 Nils Landgren con la sua  Funk Unit (Jonas Wall al sax, Petter Bergander alle tastiere, Andy Pfeiler alla chitarra, Magnum Coltrane Price al basso e Robert Ikiz alla batteria). Per "Time is over" arriva Tommaso Cappellato, produttore, musicista, dj e compositore.

Martedì 14 agosto

A Sorso alle 11 Nils Landgren con il chitarrista Francesco Diodati. A Ploaghe alle 18 al Convento dei Cappuccini Gegè Munari con Ettore Carucci al pianoforte, Luca Bulgarelli al contrabbasso e Francesco Lento alla tromba e al flicorno. Alle 21.30, sul palco centrale di Piazza del Popolo a Berchidda, l'attesissimo concerto di Steve Coleman and Five Elements, con la voce di Kokayi e Jonathan Finlayson alla tromba, Anthony Tidd al basso elettrico e Sean Rickman alla batteria. "Time is over" presenta dj Gruff (voce e giradisco) e Gianluca Petrella per un incontro tra hip-hop e jazz .

Mercoledì 15 agosto

Nella campagna fuori Berchidda, tra le chiesette di San Michele e Santa Caterina, alle 9 "Gufo Rosmarino" e la violinista Sonia Peana; alle 11 conferenza "Fatto trenta facciamo trentuno: i numeri del jazz", con il presidente dell'associazione I-jazz Gianni Pini e Ada Montellanico, cantante e ex presidente di Midj, l'associazione italiana Musicisti di Jazz. Subito dopo, musica con Fanfaraï. Dopo il pranzo nella chiesetta di San Michele, con piatti tipici della cucina locale, appuntamento alle 18 con l'incontro "Jazz e tradizione popolare tra passato e futuro", a cura di Fabio Calzia; in scena l'organettista Pierpaolo Vacca. Alle 21,30 in Piazza del Popolo il tunisino Dhafer Youssef, voce e oud (il liuto arabo), alla guida del suo quartetto con Aaron Parks al piano, Matt Brewer al basso e Justin Faulkner alla batteria.

Segue, con ingresso gratuito, la festa di Ferragosto con i Fanfaraï e la partecipazione di ospiti a sorpresa. Per "Time is over" Gianluca Petrella, Paolo Fresu e altri guest.

Giovedì 16 agosto

Alle 18, a San Teodoro, Paolo Fresu e Dhafer Youssef. Alle 22, a Castelsardo, i Plus 39, gruppo dei migliori allievi dell'edizione 2017 del seminario di Nuoro Jazz (Fabiana Manfredi e Federica Muscas alla voce, Luca Zennaro alla chitarra, Vittorio Esposito al pianoforte, Stefano Zambon al contrabbasso e Francesco Parodi alla batteria).

Tutte le informazioni e il calendario completo www.timeinjazz.it

Biglietti e abbonamenti in prevendita online su circuito Vivaticket e nei punti vendita autorizzati.

 

 

 

 

Now on air