Le vignette di Vauro per i 15 anni di Soleterre

Cibo, salute e istruzione al centro della campagna, disegnata dal celebre vignettista Vauro, per i 15 anni della fondazione Soleterre

Si intitola "Strumenti di giustizia sociale", è illustrata dal celebre vignettista Vauro Senesi ed è la nuova campagna di comunicazione per i 15 anni di Soleterre, la fondazione che lavora per il riconoscimento e l’applicazione del Diritto alla Salute nel suo significato più ampio. Per Soleterre infatti la salute è, come dichiara anche l'Organizzazione Mondiale della Sanità, «uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale» e «un diritto fondamentale di ogni essere umano, senza distinzione di razza, di religione, d’opinioni politiche, di condizione economica o sociale».

Fin dalla sua nascita, Soleterre combatte dunque la povertà, le iniquità, lo sfruttamento, la violenza e l'ingiustizia, che sono alla base di troppe malattie e morti premature. La nuova campagna racconta in modo semplice e immediato ciò di cui c'è bisogno perché la salute sia davvero un diritto di tutti: la matita (accesso all'istruzione), il cucchiaio (cibo sufficiente a sfamarsi), la siringa (cure garantite), il megafono (libertà di parola).

Vauro ha spiegato con queste parole il suo impegno per Soleterre: «Da anni sono al fianco di Soleterre perché condivido la necessità di attivarsi per rendere questo mondo e questa società più giusti e perché trovo intollerabile che a milioni di persone nel mondo vengano ancora negati diritti e libertà fondamentali. Lo faccio dando il mio contributo con quello che so fare meglio: disegnare. Per questo sono stato molto felice di prestare la mia “penna” per questa campagna».

Nei suoi quindici anni di attività, Soleterre ha raggiunto oltre 260.000 beneficiari diretti e indiretti, soprattutto bambini, giovani e donne in 23 Paesi del mondo, inclusa l’Italia; ha sostenuto le attività di 16 ospedali nel mondo fornendo medicinali, strumentazioni, formazione al personale sanitario; ha attivato un Programma Internazionale per l’Oncologia Pediatrica (PIOP) fornendo cure e sostegno a 21.500 bambini malati di cancro; ha accolto 1.700 bambini malati di cancro con i loro familiari (per un totale di 3.700 persone) presso 4 case di accoglienza; ha realizzato programmi di lotta alla malnutrizione e per la salute materno-infantile di cui hanno beneficiato 30.000 persone; ha raggiunto con i suoi progetti e le sue attività in ambito educativo oltre 58.000 persone; ha avvicinato oltre 18.000 persone al mondo del lavoro grazie ad attività di orientamento, formazione e accompagnamento; ha sostenuto oltre 5.600 persone che da sole o organizzate in associazioni che si battono per il riconoscimento dei diritti e delle libertà fondamentali in Paesi in cui sono negati.

Guarda il video della campagna

Now on air