WEB RADIO

rmc
 
RMC New Classics
 
Radio Monte Carlo FM
 
Radio Festival
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Music Star Jovanotti
 
MC2
 
Radio Kay Kay
 
RMC 80
 
Radio Bau & Co
 
RMC Love Songs
 
Music Star Zucchero
 
RMC Marine
 
RMC Hits
 
Music Star Coldplay
 
Music Star Pino Daniele
 
RMC 90
 
Music Star Tiziano Ferro
 
RMC Italia
 
RMC Duets
 
Music Star Giorgia
 
RMC Great Artists
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Monte Carlo Nights Story
 

News

Una danza per la libertà: il progetto fotografico per le strade del Cairo

Il fotografo Mohamed Taher racconta la libertà immortalando splendide coreografie per le vie della capitale egiziana

Con l’arte si può emozionare, raccontare, denunciare. Ed anche la fotografia e la danza sono due forme d’arte che possono rappresentare un forte strumento di espressione. È in questo senso che ha agito il progetto Ballerinas of Cairo, ideato dal fotografo Mohamed Taher. Un progetto fotografico che raccoglie scatti d’autore ambientati in Egitto, a Il Cairo. Cosa c’entra la danza? È proprio la danza, espressione di libertà, che Taher ha immortalato per le vie della città la danza. Giovani ragazze ballano talvolta davanti a splendidi scenari e altre volte sotto gli occhi stupiti dei passanti.  Ciò che si vuol denunciare e combattere è la violenza contro le donne. Come spiega lo stesso fotografo «per le strade del Cairo le donne spesso subiscono un gran numero di violenze e di abusi». Pensate che, secondo uno studio condotto dalle Nazioni Unite nel 2013, ben il 99,3% delle donne egiziane almeno una volta nella vita ha subito una violenza per le strade della città.

Qualcosa per fortuna inizia a muoversi, almeno dal punto di vista legale. Una nuova legge in merito alla violenza sessuale è stata da poco approvata dal parlamento egiziano. Prevede il raddoppiamento dei tempi di reclusione per chi compie reati di violenza sessuale. Ciò che però è altrettanto importante cambiare è il radicato modo di pensare della gente del luogo, che spesso sfocia nel maschilismo e nella mancanza di rispetto della dignità femminile.

Ecco allora che forme artistiche e iniziative come queste possono dare il loro piccolo contributo: «Molte ragazze, una volta visto il progetto, ci hanno detto di voler entrare a farne parte. Vogliono ballare in mezzo alla strada, vogliono sentirsi libere», ha detto il fotografo.