WEB RADIO

Xmas Radio
 
RMC Marine
 
RMC 80
 
RMC New Classics
 
RMC 90
 
Music Star Jovanotti
 
Radio Bau & Co
 
Music Star Giorgia
 
RMC Italia
 
Music Star Pino Daniele
 
RMC Great Artists
 
Radio Monte Carlo FM
 
RMC Love Songs
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Music Star Coldplay
 
Monte Carlo Nights Story
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Radio Kay Kay
 
rmc
 
Radio Festival
 
MC2
 
RMC Duets
 
Music Star Zucchero
 
RMC Hits
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 

Elezioni Usa: i menu consigliati ai candidati

Alcuni celebri chef italiani suggeriscono i piatti ideali per Hillary Clinton e Donald Trump. Scoprite di quali si tratta

La corsa per le presidenziali statunitensi arriva anche in cucina. Alcuni celebri chef italiani, su invito del Polli Cooking Lab (l’osservatorio sulle tendenze alimentari dell’omonima azienda toscana) hanno infatti creato dei menu speciali per i candidati alla Casa Bianca. A essere coinvolti nel panel di studio sono stati ben 20 chef. Ecco alcune delle proposte emerse, con una costante: cibi sani e leggeri per Hillary Clinton, più energetici e dagli ingredienti costosi per Donald Trump.

Roberto Conti, executive chef de Il Ristorante Trussardi alla Scala di Milano, propone per Hillary piatti classici con un guizzo di innovazione: cocktail di gamberi rossi di Mazzara con cuore di lattuga caramellato, spaghetti cacio e pepe e ricci di mare, costoletta di vitello alla Milanese, salsa bernese e patate cristallo e, per dessert, babà al rhum. Per Donald Trump invece piatti dagli ingredienti singolari o particolari come aglio nero, bottarga, foie gras: «Servirei una millefoglie di foie-gras, riduzione di uva fragola e Castelmagno, un risotto all’aglio nero, olio e peperoncino e spigola, carciofo, limone e bottarga di muggine, castagnaccio rosmarino e zucca.   

Monica Neri, vincitrice del reality tv The Chef, per Hillary propone un pacchero Legù, pasta artigianale 100% di legumi, con tomato cherry al peperoncino, accompagnato da mazzancolle e aragosta; un involtino di pesce azzurro con erbette, the verde, zenzero e pepe nero con contorno di portulana, con cipolla di tropea sbianchita, capperi e mosto di zibibbo. Il dolce è un medaglione di pane speziato con crema bianca e gelato alle fragole. Per Donald Trump, finger food con formaggi francesi e verdure di stagione, polpettone bardato con lardo ripieno di cotto al profumo di tartufo e formaggio, accompagnato da un contorno di patate alla paprica, mandorle caramellate con cioccolato bianco e composta di amarene.

Giovanni De Ambrosis, chef di fama internazionale, dedica a Hillary «un primo piatto decisamente healthy, senza grassi, e completamente biologico ottimo per donne che devono tenersi in forma, ovvero agnolotti artigianali alla barbabietola al vapore, su spuma di piselli biologici. Come secondo offrirei alla democratica un secondo di pesce, cotto in sottovuoto mantenendo tutti i sapori e l’aspetto nutrizionale del pesce, con verdure alla griglia senza grassi in aggiunta, come del code fish in bassa temperatura glassato al miele con giardinetto di verdure grigliate. Chiuderei invece con un tipico dolce americano rivisitato, cotto a vapore con un semplice biscotto con farina di mandorle, ovvero una cheese cake con passion fruit al vapore accompagnata da crumbled mandorlato. Il menù invece che ho pensato per il repubblicano Donald Trump è basato sul suo essere deciso ed estroverso: come prima portata gli dedico un risottino carnaroli al salmone selvatico affumicato al sigaro cubano al cioccolato, mentre come secondo piatto gli cucinerei della carne al bastone lardellata e grigliata alla brace di legna, accompagnata da una purea di patate americane. Per il dolce abbinerei la passione del magnate per i soldi e per le belle donne, ho realizzato quindi una borsetta colma di dollari in versione dessert».