WEB RADIO

Radio Festival
 
MC2
 
Music Star Giorgia
 
Radio Monte Carlo FM
 
Music Star Jovanotti
 
Music Star Zucchero
 
RMC New Classics
 
RMC Hits
 
rmc
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
RMC 90
 
Monte Carlo Nights Story
 
RMC Love Songs
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Music Star Coldplay
 
Music Star Pino Daniele
 
Radio Kay Kay
 
Music Star Tiziano Ferro
 
RMC Marine
 
RMC Italia
 
RMC Great Artists
 
Radio Bau & Co
 
RMC 80
 
RMC Duets
 

Gene Wilder: scompare a 83 anni l’attore celebre per il film “Frankenstein Junior”

Era da tempo malato di Alzheimer. Da “La signora in rosso” a “Non guardarmi, non ti sento”, è stato tra i comici più amati dal pubblico

Gene Wilder è scomparso il 29 agosto nella sua casa di Stamford, in Connecticut, all’età di 83 anni. Era da tempo malato di Alzheimer e per questo motivo era assente dalle scene da tempo.

Da “Frankenstein Junior” a "La signora in rosso"

Il pubblico aveva avuto occasione di amare l’attore (nato l'11 giugno 1933 a Milwaukee, in Wisconsin, da una famiglia di ebrei russi immigrati) grazie alle sue spumeggianti interpretazioni in film diventati veri e propri classici della comicità, come “Frankenstein Junior”, “La signora in rosso”, “Non guardarmi, non ti sento”. Espressione costantemente stralunata e senso prefetto dei tempi comici, Wilder aveva stretto un sodalizio artistico particolarmente proficuo con il regista Mel Brooks, con cui aveva girato, oltre all’ormai celeberrimo “Frankenstein Junior” (premio Oscar per la miglior sceneggiatura, scritta a quattro mani da Wilder e Brooks), anche “Per favore non toccate le vecchiette” e “Mezzogiorno e mezzo di fuoco”.

Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato

Ma Wilder aveva lavorato anche con Woody Allen, (“Tutto quello che avreste sempre sapere sul sesso -ma non avete mai osato chiedere”), Stanley Donen (“Il piccolo principe”), Sidney Poitier (“Nessuno ci può fermare”, “Hanky Panky - Fuga per due”), Robert Aldrich (“Scusi, dov’è il West?”). Tra gli altri ruoli che lo avevano reso uno degli attori più amati dal grande pubblico, quello di Willy Wonka in “Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato”.

 

Guarda una scena dal film “Frankenstein Junior"

 

In Evidenza