Addio, Marta Marzotto

La regina della vita mondana italiana si è spenta a 85 anni il 28 luglio

Marta Marzotto è scomparsa il 28 luglio a Milano. Da qualche giorno era ricoverata in clinica, per una malattia vissuta nella massima riservatezza. A dare la notizia è stata la nipote, Beatrice Borromeo, con un affettuoso tweet: «Ciao Nonita mia».

Tra arte e moda

Marta Marzotto ha segnato, con il suo stile e il suo carattere, molte stagioni della vita mondana italiana. La sua storia ha quasi il sapore di una favola moderna. Nata nel 1931 a Reggio Emilia, è di famiglia modesta (padre casellante, madre mondina), ma di grande fascino e temperamento. Inizia a lavorare come modella e proprio in quest’ambiente incontra il conte Umberto Marzotto. È amore, matrimonio e nascita di cinque figli. Verrà poi il divorzio, nel 1986. Negli Anni Sessanta la Marzotto diventa la musa del celebre pittore Renato Guttuso, che la ritrae in numerose delle sue opere. Animata da una grande verve e creatività, Marta Marzotto è stilista, disegnatrice di gioielli e regina della mondanità. A giugno di quest’anno era uscita la sua ultima autobiografia, “Smeraldi a colazione”.

Now on air