WEB RADIO

Radio Festival
 
Music Star Giorgia
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Music Star Tiziano Ferro
 
RMC New Classics
 
RMC Love Songs
 
Music Star Pino Daniele
 
Music Star Coldplay
 
Radio Monte Carlo FM
 
Radio Kay Kay
 
Music Star Zucchero
 
RMC Hits
 
Music Star Jovanotti
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Radio Bau & Co
 
RMC 90
 
RMC Italia
 
rmc
 
RMC Marine
 
Monte Carlo Nights Story
 
MC2
 
RMC 80
 
RMC Duets
 
RMC Great Artists
 

Il Solar Impulse vince la sua sfida e completa il giro del mondo

Il primo aereo a energia solare atterra trionfalmente ad Abu Dhabi dopo un avventuroso viaggio lungo più di un anno

Il Solar Impulse ce l’ha fatta. L’aereo a energia solare ha compiuto vittoriosamente il suo giro intorno al mondo, percorrendo oltre 43.000 chilometri in un anno e quattro mesi. Diciassette emozionanti tappe, un viaggio che ha toccato quattro continenti e ha tenuto il mondo con il fiato sospeso, come nelle grandi avventurose imprese di un tempo. Pionieri di questa ardita operazione, che ha unito spirito ecologista, audacia e tanta scienza, gli svizzeri Bertrand Piccard e André Borschberg, ideatori del progetto e piloti dell’avveniristico velivolo (nato da una collaborazione tra l’Università svizzera di Losanna e l'Agenzia Spaziale Europea ).

La partenza

E anche Monte Carlo ha avuto la sua parte in questa impresa da sogno: pur partendo infatti da Abu Dhabi, l’ok per la partenza è stato inviato dal Principato, per l’esattezza dal Monaco Control Center. A dare il via al velivolo è stato addrittura S.A.S. il Principe Alberto II di Monaco in persona, che ha comunicato il fatidico “Go” dopo che l’equipe guidata da Raymond Clerc aveva ultimato tutte le operazioni necessarie alla partenza.

Un'impresa straordinaria

E ad accogliere il Solar Impulse all’arrivo, ad Abu Dhabi, da cui era partito il 9 marzo 2015, era proprio S.A.S. il Principe Alberto II. L’impresa è davvero straordinaria: l’aereo ha le imponenti dimensioni di un Boeing 747 e ha volato a un’altitudine massima di novemila metri. Durante il suo volo, ha toccato città care all’immaginario di ogni viaggiatore: Mascate (Oman), Ahmedabad e Varanasi (India), Mandalay (Birmania), Chongqing e Nanjing (Cina) e Nagoya (Giappone), Hawaii, San Francisco, Phoenix, Tulsa, Dayton, New York. Siviglia e Il Cairo. A complimentarsi per l’impresa è stato anche il segretario generale dell’ONU, Ban Ki Moon, che ha espresso tutta la sua ammirazione ai piloti indirizzando loro un messaggio, durante l’ultima tappa, in cui si parla di «un giorno storico, non soltanto per voi ma per l'umanità».

In Evidenza