Omaggio a John Lennon

L'artista fu assassinato a colpi di rivoltella l'8 dicembre 1980

Era l'8 dicembre del 1980 quando John Lennon veniva colpito dalle revolverate di un suo fan, Mark David Chapman, una guardia giurata a tal punto ossessionata dalla personalità di Lennon da aver sposato una donna somigliante a Yoko Ono. Quel fatidico 8 dicembre Chapman si trovava davanti l'abitazione del musicista, il celebre palazzo Dakota a Central Park, New York. Chapman chiese a Lennon, che stava uscendo da casa, un autografo sulla copertina dell'album "Double Fantasy" e attese pazientemente che l'artista facesse ritorno, quattro ore dopo. Fu a questo punto che gli scaricò addosso cinque colpi di pistola, quattro dei quali andarono a segno. Lennon fu colpito all'aorta e morì poco dopo in ospedale. Chapman, che attese pazientemente l'arrivo della polizia leggendo il romanzo "Il giovane Holden" di Salinger, è tuttora in prigione e continua a essergli negata la libertà sulla parola.

Now on air