Devendra Banhart pubblica il nuovo album il 23 settembre

Si intitola “Ape In Pink Marble” e contiene tredici canzoni

Dici Devendra Banhart e si aprono mondi. Perché questo artista, metà statunitense, metà venezuelano, oltre che un beniamino degli hipster e della comunità artistica internazionale, è un raffinato, originale musicista e un apprezzato pittore. E ha collaborato con prestigiosi artisti, da Antony and The Johnson (oggi Anohni) a Gilberto Gil e Caetano Veloso.

Il 23 settembre Devendra torna sulle scene, grazie alla pubblicazione del nuovo album, intitolato “Ape In Pink Marble” (da lunedì nella playlist ufficiale di Monte Carlo Nights). Tredici canzoni smaglianti, composte insieme ai collaboratori di lunga data dell’artista Noah Georgeson e Josiah Steinbrick, che spaziano dalla filosofia buddista al ritratto di anziane signore taiwanesi vestite in giallo lime, dall’amore al passare degli anni, tra notti a Los Angeles e hotel a Tokyo.

Il tour

L’album è il nono per Devendra e sarà seguito da un tour. Il disco è già in pre-order su iTunes (chi lo richiede riceve anche la stampa di un disegno autografato dell’artista in edizione limitata).

Nato in Texas, a Houston, e cresciuto tra Los Angeles e Caracas, Devendra ha esordito con il folgorante album del 2002 “Oh Me Oh My… The Way the Day Goes By the Sun Is Setting Dogs Are Dreaming Lovesongs of the Christmas Spirit” e si è fatto apprezzare e amare per il suo stile lo fi, ricco di influenze folk, psichedeliche e poetiche. I suoi dipinti sono stati esposti all’Art Basel Contemporary Art Fair di Miami, al Museo di Arte Moderna di San Francisco, al Palais des Beaux-Arts a Bruxelles e al Museo di Arte Contemporanea di Los Angeles.

Now on air