La petizione U.S.A. contro le armi mobilita il mondo della musica

Lady Gaga, Britney Spears, Katy Perry tra i duecento artisti che chiedono al Congresso degli Stati Uniti di rivedere la legge sulle armi

Sono quasi duecento gli artisti e i protagonisti del mondo della musica che in questi giorni hanno firmato una lettera aperta per chiedere al Congresso degli Stati Uniti di rivedere la legge sulle armi. Tra i firmatari figurano nomi di spicco come Lady Gaga, Britney Spears, Paul McCartney, Cher, Christina Aguilera e Billy Joel. Una lettera aperta nata sull'onda delle tragedie accadute a giugno a Orlando, nel corso delle quali hanno perso la vita la cantante Christina Grimmie, uccisa da un fan mentre firmava autografi, e 49 giovani che si trovavano al Pulse Club.

La lettera

Ad organizzare questa iniziativa è stata la rivista Billboard che ha chiesto ai politici un cambiamento: «Come artisti e responsabili del mondo della musica - si legge nella lettera - vogliamo aggiungere le nostre voci ad un coro di americani che chiede un cambiamento. In questo momento il nostro stile di vita viene minacciato dalla violenza delle armi da fuoco. Chiediamo al Congresso di fare di più per prevenire questa violenza che uccide più di 90 americani ogni giorno». 

Nelle ultime ore hanno aggiunto le loro firme anche Alicia Keys, Jennifer Lopez, Shakira, Pearl Jam, Sia

Now on air