Lenny Kravitz piange la scomparsa di Prince: "Se ne è andato un pezzo di me"

Il cantante era legato da una profonda amicizia alla popstar del Minnesota

L'amicizia tra Lenny Kravitz e Prince è durata oltre 20 anni da quando i due si sono incontrati per la prima volta negli anni 90. E la morte improvvisa del cantante di "Purple Rain" sembra aver lasciato una ferita profonda in Lenny: «Non mi sono ancora ripreso - ha detto a Rolling Stone - Non voglio sembrare troppo drammatico o sensibile, ma mi sento come se fosse morto un pezzo di me. Dico questo per quello che ha significato per me, come influenza. Mi ricordo quando ero in classe di biologia alle superiori, avevo un walkman e ascoltavo "Dirty Mind" o  "Head". Rimanevo lì ad ascoltare per ore. Quel disco mi ha dato la possibilità di espandere l'immaginazione. Mi potevo identificare con lui. Sentivo come se lui mi dicesse che potevo fare quello che volevo. Questo ha significato tanto per me. Era un mentore e poi è diventato anche un amico con cui suonare. Quando è andato via lui, se ne è andata anche una parte di me».

 

Now on air