U2, Bono chiede aiuto per i profughi siriani

ll leader degli U2 ha passato la Pasqua in Giordania e ora chiede l'aiuto di tutti per risolvere questa emergenza umanitaria

Nel corso del tempo Bono ha portato avanti tanti battaglie sociali e ora ha deciso di dare il suo supporto ai profughi che fuggono dalla guerra in Siria. Il cantante ha passato la pasqua in un campo profughi in Giordania e ha chiesto l'aiuto di tutti per risolvere questa crisi.

Le parole di Bono

«Noi ora sappiamo che quello che succede in Medio Oriente o in Africa settentrionale si riverserà sulla strade di Parigi e Bruxelles il prossimo anno, e forse anche in quelle americane - ha dichiarato nel corso di un'intervista - Non possiamo più prendere le distanze da quello che accade nel mondo, è il nostro mondo ed è quello che succede con la globalizzazione. Gli avvenimenti hanno un impatto globale e noi abbiamo delle responsabilità. Le persone che scappano dalla guerra vogliano abbracciare la libertà, e questi posti possono diventare delle università per insegnare alle persone i nostri valori o si possono trasformare in situazioni pericolose per il mondo in cui viviamo».

Now on air