WEB RADIO

Radio Festival
 
RMC 90
 
Music Star Giorgia
 
rmc
 
RMC Great Artists
 
Music Star Coldplay
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
RMC Italia
 
Radio Monte Carlo FM
 
Music Star Jovanotti
 
Radio Kay Kay
 
RMC New Classics
 
Music Star Tiziano Ferro
 
RMC Love Songs
 
Music Star Zucchero
 
RMC Duets
 
Music Star Pino Daniele
 
Xmas Radio
 
Monte Carlo Nights Story
 
Radio Bau & Co
 
MC2
 
RMC Marine
 
RMC 80
 
RMC Hits
 

Marcus Miller live in Italia

Appuntamento il 15 aprile a Roma , il 17 aprile a Padova , il 18 aprile a Milano e il
20 aprile a Catania

Sono tre show unici quelli che vedranno protagonista Marcus Miller ad aprile: Il grande bassista e produttore statunitense è infatti atteso in Italia il 15 aprile a Roma (Auditorium Parco della Musica), il 17 aprile a Padova (Gran TeatroGeox), il 18 aprile a Milano (Alcatraz) e il
 20 aprile a Catania (Teatro Metropolitan). Si tratta di tre eventi speciali, perché, a ogni concerto, salirà sul palco un ospite musicale diverso.  

Tre show imperdibili

L’occasione di ascoltare Miller dal vivo è a dir poco imperdibile. L’artista è infatti considerato uno dei grandi maestri contemporanei del funk ed è soprannominato “the superman of soul”. Nato a Brooklyn nel 1959, è stato iniziato al jazz da Kenny Washington. Ben presto il giovane musicista ha potuto vantare lavori di spicco (Aretha Franklin, Roberta Flack, Grover Washington Jr., David Sanborn, Mariah Carey, Bill Withers, Elton John, Bryan Ferry, Frank Sinatra).

La collaborazione con Miles Davis

A segnarne indelebilmente la fama, nel 1981, la sua folgorante collaborazione con Miles Davis, per lo splendido album “Tutu”. Il binomio artistico proseguì anche per il successivo “Music From Siesta”, del 1982. Nel 1997 Miller fece parte, con Eric Clapton (chitarra e voce), Joe Sample (piano), David Sanborn (sassofono) e Steve Gadd (percussioni), dei Legends.

Un talento poliedrico

Miller  è anche produttore di talento. Solo per fare qualche nome, ha lavorato con David Sanborn, Luther Vandross, Al Jarreau, Wayne Shorter, Take 6, Chaka Khan. Tra i suoi album solisti di maggior successo, “The Sun Don’t Lie”, “Live & More”, “M2”. Per quest’ultimo disco, ha vinto nel 2001 il Grammy per il miglior album di jazz contemporaneo, riconoscimento che va ad aggiungersi agli altri Grammy vinti come produttore. Il suo poliedrico talento si esprime anche nella composizione di colonne sonore per i film. «Mi piace mantenere l’equilibrio, combinare l’R&B con il jazz, il funk coi film», confessa l’artista «per far riflettere su cosa sta succedendo nel mondo».