WEB RADIO

RMC Love Songs
 
RMC Hits
 
Music Star Giorgia
 
RMC 80
 
Monte Carlo Nights Story
 
RMC New Classics
 
RMC 90
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
MC2
 
Radio Monte Carlo FM
 
Xmas Radio
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Radio Kay Kay
 
RMC Italia
 
RMC Duets
 
Music Star Pino Daniele
 
Music Star Coldplay
 
Music Star Zucchero
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Music Star Jovanotti
 
Radio Bau & Co
 
rmc
 
RMC Marine
 
RMC Great Artists
 
Radio Festival
 

Marco Mengoni pubblica il nuovo album “Le cose che non ho”

Il disco esce il 4 dicembre e contiene un brano scritto da Sia e uno da Giuliano Sangiorgi dei Negramaro

Esce il 4 dicembre il nuovo album di Marco Mengoni, intitolato “Le cose che non ho”. L’artista aveva infatti promesso che avrebbe pubblicato, dopo “Parole in circolo” (uscito nel gennaio di quest’anno), un secondo disco, sorta di sua ideale continuazione. Aveva definito appunto il progetto “una playlist in divenire”. Adesso la promessa è stata mantenuta: “Le cose che non ho”, anticipato dal singolo “Ti ho voluto bene veramente”, mantiene la stessa temperatura emotiva e musicale del cd precedente.

Le canzoni

Undici sono le nuove canzoni di cui nove composte da Mengoni in persona (e prodotte da Michele Canova); è firmata invece da Giuliano Sangiorgi dei Negramaro “Solo due satelliti”, mentre è la celebre artista australiana Sia ad aver scritto “Rock Bottom”. «“Le cose che non ho”, ha dichiarato l’artista «è il titolo che ho scelto per ricordare a tutti, ma prima di tutti a me stesso, quanto sia importante sapersi guardare dentro, imparare a godersi gli attimi della vita, i singoli momenti che compongono una giornata, e - nel mio caso- la fortuna che mi è capitata di fare ogni giorno quello che più mi piace. È una delle ballad più importanti del disco e anche per questo ho voluto che fosse la title track dell’album».

Questioni importanti

Circa i rapporti tra “Parole in circolo” e il nuovo disco, Mengoni ha voluto precisare di aver impiegato «tanto per equiparare i due dischi, perché fossero dello stesso livello. La musica è un mezzo per farmi crescere e spero di essere cresciuto in questa mia piccola carriera. Più si va avanti più sei alla ricerca di un miglioramento e “Le cose che non ho”, titolo dell'album, è esattamente questo. Nella mia vita che va molto veloce, non riesco a godermi il presente. Ho iniziato un percorso di umanità nei miei album già nella prima parte di questo progetto. Volevo trattare e ho trattato questioni importanti per me. Volevo mandare dei messaggi importanti che si legano al concetto di umanità. Tanto di questo mio percorso è racchiuso proprio nel brano “Parole in circolo”, canzone in cui si parla di persone che lottano per i propri diritti».