WEB RADIO

MC2
 
RMC Hits
 
Radio Kay Kay
 
RMC Marine
 
Xmas Radio
 
Music Star Giorgia
 
Radio Monte Carlo FM
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Monte Carlo Nights Story
 
Music Star Zucchero
 
RMC Love Songs
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Music Star Jovanotti
 
RMC New Classics
 
RMC 80
 
Radio Festival
 
RMC Great Artists
 
Music Star Coldplay
 
Music Star Pino Daniele
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Radio Bau & Co
 
RMC Duets
 
RMC 90
 
RMC Italia
 
rmc
 

VETTURE DA SOGNO/ CICCARONE PRESENTA LA Porsche 911 Turbo S

Sei cilindri biturbo boxer da 580 cavalli, da zero a 100 all’ora in 2,9 secondi, velocità massima 330 km/h, tutto il resto è inutile. Cilindrata 3800 cc contro i 3 litri della Carrera 4. Quando si parla di Porsche 911 Turbo S bastano le cifre, compreso il prezzo che può arrivare a 220 mila euro, per capire che si parla di una top car, di una sportiva elegante, ma potente, una vettura per tutti (al volante) ma non da tutti (i portafogli). Quando si parla di eccellenze, di estremo e lusso, allora bisogna fare una scappata da queste parti. L’ultima versione della mitica 911 è presente da poco sui mercati internazionali, ma per scoprirne i pregi (tanti) e i difetti (solo il prezzo per chi non se la può permettere…) siamo andati in Sudafrica, sul tracciato di Kyalami, pista che in passato ha ospitato le gare di F.1.

GUARDA IL VIDEO ESCLUSIVO DELLA NOSTRA PROVA SU STRADA

Saliscendi fra i cordoli

E qui, fra cordoli e saliscendi, rettilinei e curve mozzafiato, si scopre come la base di una vettura già ottima è stata migliorata ancora. Grazie anche alle quattro ruote sterzanti (le posteriori possono girare di 2,5 gradi al massimo) e alla trazione integrale, con il doppio turbo che eroga potenza in maniera equilibrata e continua, con una tenuta di strada e a un manettino sotto al volante che permette di cambiare tre mappature. Quella della domenica, di pieno relax, quello per palati fini ma non vivaci e, infine, la sport, quella estrema dove controlli di trazione, ESP e modularità del motore subiscono un cambiamento tale che solo pochi esseri al mondo sanno sfruttare in pieno.

Fatta per i piloti

In pratica, o si è piloti professionisti, oppure non si riuscirà mai a venire a capo gestendo tutto questo bene della meccanica mondiale. E tanto per non smentirsi, Porsche si è fatta in tre perché oltre alla coupè è prevista pure una versione Targa, con tettuccio rigido, e una cabriolet tradizionale. I motori vanno da 370 cavalli della Carrera 4 ai 420 della 4S e accelerazione massima di 3,8 secondi nello scatto da zero a 100 all’ora e velocità massima di 303 km/h contro i 330 all’ora della coupè S. Incredibili i consumi, 7,9 litri per 100 km in ciclo misto, come dire che usi 420 cavalli e poi ci fai quasi 13 km con un litro, roba da utilitaria strangolata in autostrada…

Veloci e ultrasicure

Ma tutte queste vetture hanno anche un occhio particolare alla sicurezza, con il post collision system che entra in funzione in caso di incidente, bloccando e frenando la vettura ed evitando così ulteriori danni. Avendo 200 mila euro da spendere (si può risparmiare qualcosa con le versioni cabrio e Targa base…) è un investimento da programmare. Perché ci sono le sportive e poi ci sono le Porsche e fin tanto che non la guidi non puoi capire la differenza…