Incredibile: ecco il segreto dietro al nome di alcuni cibi

Li mangiamo spesso, li apprezziamo, ma… a volte non sappiamo affatto perché portino certi nomi. Ad aiutarci arriva focus.it, che ci svela il segreto dietro i nomi di alcuni cibi.

Hot Dog

Il celebre panino con la salsiccia americano è stato battezzato così dal vignettista Tad Dorgan, nel 1901. In realtà il panino si chiamava “dachshund sausages” (salsiccia-bassotto), ma Tad, indeciso su come si scrivesse la parola Dachshund, preferì la frase hot dog, rifacendosi al fatto che i venditori invitavano a comprarlo finché era caldo (hot, appunto).

Focaccia

Il nome viene dal latino focacia, che trae origine da focus (focolare), perché cotto proprio sotto la cenere del focolare.

Pasta alla Norma

La pasta siciliana con pomodoro, melanzane fritte e ricotta salata è stata battezzata così in onore dell’opera “Norma” del compositore catanese Vincenzo Bellini.

Pasta all’amatriciana

Il nome deriva dalla località di Amatrice (in provincia di Rieti), dove fin da XVI secolo si consumava questa specialità a base di pasta, guanciale, pecorino, pomodoro e peperoncino.

Formaggio

Il nome deriva dal francese Fromage, a sua volta derivato dal latino formaticum, che indicava il formaggio messo in una forma a stagionare.

Yogurt

Viene dal verbo turco yogur, che vuol dire impastare; indica infatti un latte cagliato, molto denso, che si può impastare.

Cioccolato

Il termine è un misto di maya (chocol, caldo) e azteco (atl, acqua). Infatti terra d’origine del cioccolato è l’America Centrale, terra di Maya e Aztechi.  

Hamburger

Ha origine dal piatto veloce, gustoso ed economico servito dalle navi della compagnia Hamburg- Amerika line, che tra il XiX  e il XX secolo trasportarono tanti emigranti da Amburgo, in Germania, verso gli Stati Uniti. Gli emigranti cominciarono poi a cucinare questo piatto che avevano molto apprezzato, battezzandolo Hamburger, dal nome della compagnia di navigazione.

Now on air