WEB RADIO

rmc
 
MC2
 
Xmas Radio
 
RMC Love Songs
 
RMC Italia
 
RMC New Classics
 
Monte Carlo Nights Story
 
Radio Monte Carlo FM
 

I segreti di bellezza di Marilyn Monroe

Scopri i segreti di make up della splendida attrice

Marilyn Monroe è stata tra le attrici più amate dal pubblico ed è tuttora un vero sex symbol. A renderla indimenticabile, il suo fascino naturale, ma anche alcuni sapienti accorgimenti di uno dei più grandi make up artist della Hollywood Anni Cinquanta, Allan “Whitey” Snyder (che si era occupato anche di Katherine Hepburn e Raquel Welch). A rivelarceli, il sito di Marie Claire US. Eccoli, da imitare per un vero look da diva.

1) Usare la vaselina come primer

È di facile uso e si rivela più versatile del primer. Va stesa prima del fondotinta e rende la pelle fresca e luminosa. Whitey ne utilizzava anche un tocco sulle guance e sulle sopracciglia, per renderle ancora più brillanti.

2) Cinque lipstick di diversi colori per le labbra

Con un po’ di pazienza, mano ferma e cinque lipstick in tonalità simili, ma digradanti, si può dare volume e freschezza alle labbra. Il trucco consiste nell’usare i colori più scuri all’esterno e i più chiari all’interno. Per completare l’effetto, un tocco finale di stick illuminante sull’arco di Cupido (la zona esattamente a metà del labbro superiore) e sotto il labbro inferiore.

3) Un tocco di luce sulle palpebre

Whitey amava molto dare alle palpebre di Marilyn un effetto bagnato, con un tocco di vaselina o di olio di cocco. Ideale per far risaltare lo sguardo, ma da evitare sopra gli “anta”, perché enfatizza le rughe e i segni d’espressione intorno agli occhi. Un sguardo più intenso si ottiene anche con il cosiddetto “trucco di Greta Garbo” (che anche Marilyn utilizzava): basta passare lo stick illuminante nella zona tra la palpebra e l’attaccatura inferiore delle sopracciglia e nell’angolo interno dell’occhio.

4) Combinare insieme eyeliner neri, marrone, rossi e bianchi

Solitamente si utilizza l’eyeliner di un solo colore, ma Whitey optava per un effetto più sofisticato, mixando pazientemente queste tinte lungo il bordo tra la palpebra e le ciglia superiori.

5) Un tocco di blush sul naso

Per definire meglio e far sembrare più piccolo e aggraziato il naso, il make up artist ne copriva la punta con un tocco di blush.

6) Ciglia finte… ma a metà

Marilyn amava molto mostrare ciglia lunghe e folte, ma non apprezzava il look troppo artificiale donato da quelle finte. Per questo motivo, Whitey tagliava queste ultime a metà e le applicava soltanto nella parte più esterna dell’occhio.