WEB RADIO

Music Star Zucchero
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
RMC Italia
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Monte Carlo Nights Story
 
Music Star Pino Daniele
 
RMC Love Songs
 
Xmas Radio
 
RMC Hits
 
rmc
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Radio Bau & Co
 
RMC 90
 
RMC Marine
 
RMC Duets
 
Radio Kay Kay
 
RMC New Classics
 
Music Star Giorgia
 
Music Star Coldplay
 
Music Star Jovanotti
 
MC2
 
Radio Monte Carlo FM
 
Radio Festival
 
RMC Great Artists
 
RMC 80
 

Le reazioni delle star agli attentati di Parigi

U2: «I nostri cuori vanno alle vittime»

GUARDA la gallery. Dopo la strage di Parigi, ci si interroga sulle misure di sicurezza da adottare ai concerti e sull’opportunità di sospenderli in casi gravissimi. Ecco le opinioni di U2, Coldplay, Madonna e di tante star italiane, da Jovanotti a Cremonini.

I tragici fatti di venerdì 13 novembre a Parigi hanno sconvolto il mondo e posto anche una seria domanda sul ruolo dell’intrattenimento (e della musica in particolare) quando è in corso una tragedia.

La reazione degli U2

Le reazioni degli artisti sono state diverse. Gli U2 hanno immediatamente annullato i loro concerti, come pure i Coldplay, Prince e i Foo Fighters. Altri artisti, come Madonna e Bob Dylan hanno invece deciso di continuare a suonare, pur tra misure di sicurezza a dir poco imponenti. Anche molti musicisti italiani in tour, come Jovanotti e Cesare Cremonini, hanno deciso di non interrompere i loro concerti. La commozione e il cordoglio sono stati però ugualmente molto profondi, testimoniati da una serie di post facebook e tweet eloquenti. Molti artisti hanno anche scelto di postare l’immagine del celebre street artist Banksy, diventata l’emblema della tragedia di Parigi: il simbolo della pace che vede al centro proprio la Tour Eiffel.

Un concerto all star

Secondo HollywoodLife.com, gli U2 vorrebbero anche organizzare un concerto all star a supporto di tutti i familiari delle vittime degli attentati. «Abbiamo guardato con incredulità e shock agli eventi di Parigi e i nostri cuori vanno tutti alle vittime e alle loro famiglie», aveva infatti dichiarato la band appena avuta notizia della tragedia.

Le nuove misure di sicurezza

In attesa di sapere se e quando il concerto per Parigi si svolgerà, si intensificano intanto le misure di sicurezza per i grandi show attesi in Italia. Il 19 novembre è la prima data della tre giorni torinese di Madonna, che aveva dichiarato, dal palco della Tele 2 Arena di Stoccolma: «Vogliono farci tacere, vogliono farci stare in silenzio, ma noi non glielo lasceremo mai fare». Per accedere al Pala Alpitour, location dei concerti, sono previsti tre barriere: tre cerchi concentrici con metal detector e probabilmente anche cani anti-esplosivo e pattuglie a cavallo. Bob Dylan, in tour a Bologna, ha chiesto invece tre guardie armate e controlli di sicurezza ampiamente potenziati.

Cosa cambierò?

La musica sta cambiando volto? Presto per dirlo. Ma senz’altro non è rimasta silenziosa dinanzi a questi fatti orribili. Nella nostra photogallery, ecco infatti alcune delle dichiarazioni di alcuni grandi artisti italiani e internazionali.