WEB RADIO

RMC Marine
 
Music Star Giorgia
 
Music Star Jovanotti
 
Music Star Zucchero
 
Radio Monte Carlo FM
 
RMC Love Songs
 
Radio Bau & Co
 
RMC 90
 
RMC Duets
 
Radio Kay Kay
 
RMC Hits
 
Music Star Tiziano Ferro
 
MC2
 
RMC Italia
 
RMC Great Artists
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Music Star Coldplay
 
Monte Carlo Nights Story
 
Radio Festival
 
Music Star Pino Daniele
 
rmc
 
RMC 80
 
RMC New Classics
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 

Le reazioni delle star agli attentati di Parigi

U2: «I nostri cuori vanno alle vittime»

GUARDA la gallery. Dopo la strage di Parigi, ci si interroga sulle misure di sicurezza da adottare ai concerti e sull’opportunità di sospenderli in casi gravissimi. Ecco le opinioni di U2, Coldplay, Madonna e di tante star italiane, da Jovanotti a Cremonini.

I tragici fatti di venerdì 13 novembre a Parigi hanno sconvolto il mondo e posto anche una seria domanda sul ruolo dell’intrattenimento (e della musica in particolare) quando è in corso una tragedia.

La reazione degli U2

Le reazioni degli artisti sono state diverse. Gli U2 hanno immediatamente annullato i loro concerti, come pure i Coldplay, Prince e i Foo Fighters. Altri artisti, come Madonna e Bob Dylan hanno invece deciso di continuare a suonare, pur tra misure di sicurezza a dir poco imponenti. Anche molti musicisti italiani in tour, come Jovanotti e Cesare Cremonini, hanno deciso di non interrompere i loro concerti. La commozione e il cordoglio sono stati però ugualmente molto profondi, testimoniati da una serie di post facebook e tweet eloquenti. Molti artisti hanno anche scelto di postare l’immagine del celebre street artist Banksy, diventata l’emblema della tragedia di Parigi: il simbolo della pace che vede al centro proprio la Tour Eiffel.

Un concerto all star

Secondo HollywoodLife.com, gli U2 vorrebbero anche organizzare un concerto all star a supporto di tutti i familiari delle vittime degli attentati. «Abbiamo guardato con incredulità e shock agli eventi di Parigi e i nostri cuori vanno tutti alle vittime e alle loro famiglie», aveva infatti dichiarato la band appena avuta notizia della tragedia.

Le nuove misure di sicurezza

In attesa di sapere se e quando il concerto per Parigi si svolgerà, si intensificano intanto le misure di sicurezza per i grandi show attesi in Italia. Il 19 novembre è la prima data della tre giorni torinese di Madonna, che aveva dichiarato, dal palco della Tele 2 Arena di Stoccolma: «Vogliono farci tacere, vogliono farci stare in silenzio, ma noi non glielo lasceremo mai fare». Per accedere al Pala Alpitour, location dei concerti, sono previsti tre barriere: tre cerchi concentrici con metal detector e probabilmente anche cani anti-esplosivo e pattuglie a cavallo. Bob Dylan, in tour a Bologna, ha chiesto invece tre guardie armate e controlli di sicurezza ampiamente potenziati.

Cosa cambierò?

La musica sta cambiando volto? Presto per dirlo. Ma senz’altro non è rimasta silenziosa dinanzi a questi fatti orribili. Nella nostra photogallery, ecco infatti alcune delle dichiarazioni di alcuni grandi artisti italiani e internazionali.