Allenarsi in coppia: connubio ideale

Tempo fa si differenziava l'allenamento dell'uomo da quello della donna. E si sbagliava. Ancora resistono alcuni sostenitori della 'cavigliera e slancio' da fare al tappetino per mesi e mesi. Risultato garantito, se va bene, in una decina d'anni. In realtà, le qualità migliori dell'uomo e della donna possono convergere in un allenamento a due, cosa che prediligo soprattutto nei cosiddetti 'duetti' in lezione individuale.

Le caratteristiche

L'uomo è tendenzialmente più forte, ma la donna è più resistente. Questa differenza fa sì che nell'allenarsi insieme i due finiranno per scambiarsi i loro punti di forza. Nella coppia che si allena in simultanea infatti, svolgendo lo stesso identico esercizio (ovviamente con pesi diversi), la donna tenderà a incrementare il carico utilizzato migliorando così il tono muscolare soprattutto di cosce e glutei. L'uomo dal canto suo tenderà a ridurre i tempi di recupero tra un esercizio e l'altro per non subire derisioni dalla propria compagna, riducendo così la quantità di grasso corporeo. Vantaggi per tutti, quindi nel training-team.

di Roberto Romano

Vuoi fare una domanda agli esperti di Starbene? Clicca il tasto qui sotto

Now on air