WEB RADIO

Music Star Pino Daniele
 
Music Star Giorgia
 
Music Star Coldplay
 
Radio Monte Carlo FM
 
Music Star Jovanotti
 
Radio Bau & Co
 
RMC Marine
 
RMC Love Songs
 
Music Star Zucchero
 
RMC 80
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Monte Carlo Nights Story
 
Radio Festival
 
RMC New Classics
 
rmc
 
RMC Duets
 
Music Star Tiziano Ferro
 
RMC Hits
 
RMC 90
 
RMC Italia
 
MC2
 
RMC Great Artists
 
Radio Kay Kay
 

AudreyWorldNews

Snow Polo World Cup 2016 a St. Moritz

Audrey ti porta a scoprire tutte le news sull’evento tenutosi a St. Moritz a fine gennaio. Guarda le foto esclusive

L’evento del Polo sulla neve di St.Moritz è l’avvenimento che conserva intatto il fascino di quel mondo sofisticato, alle origini stesse del concetto di lusso. St.Moritz stessa ne rappresenta ancora l’iconico luogo di culto. Le ville che circondano la cittadina, in maniera discreta, fanno sentire i segni del passaggio dei potenti del mondo, che ne avevano fatto il centro del loro vivere mondano, dagli Onassis agli Agnelli, dallo Scià Reza Pahlavi di Persia al principe Aga Khan. Il Polo sulla neve, sul lago ghiacciato, ha quel sapore esclusivo di una tipica domenica da film hollywoodiano che racconta il top del Mondo.

Una vera festa sul ghiaccio

L’evento è una vera festa: tutta la città viene chiamata a partecipare e ammirare questi spettacolari cavalli correre a perdifiato sulla neve. Momenti che emozionano, lasciando un ricordo indimenticabile. Il Polo è un gioco antichissimo, nato circa 2600 anni fa, nell’antica antica Persia (che comprendeva gli attuali Iran, Afghanistan, Kashmir e Pakistan settentrionale). A St. Moritz si è cominciato a giocare intorno al 1899, quando i soldati inglesi costruirono un primo campo di polo. Poi, nel 1959, un gruppo di appassionati locali ha fondato il Polo Club di St. Moritz e i tornei si sono svolti nelle estati 1960-1964.

Cavalli e cavalieri combattono partite avvincenti

Queste origini così antiche ne costituiscono il fascino e la sua unicità e mi viene facile immaginare il lago ghiacciato come un campo di battaglia dove cavalli e cavalieri combattono partite avvincenti. La palla fluorescente è il centro dell’attenzione, rimbalza sulla neve morbida, come i colori fanno con la mia mente, componendo questo meraviglioso quadro pittorico. La sensazione di essere al centro di un posto speciale, i cagnolini e i loro padroni superstar (tutti in tenuta perfettamente glamour), la musica, i cavalli, le supercar, lo champagne, le vip lounge, e questa irreale sensazione di essere sull’acqua ghiacciata, danno il senso di un evento fuori del comune, che non mi stanco mai di vivere con la giusta dose di allegra euforia.

I team in gara

Cartier Team, Perrier-Jouët team, Badrutt's Palace Hotel team, Maserati team si sono combattuti in una tre giorni di partite. Lascio ai cronisti il compito di raccontare la vittoria dal Team Maserati, che ha battuto in finale il Team Cartier. La corsa dei cavalli e la fatica che si accumula correndo nella neve è così tanta che, durante le partite, i cavalli sono sostituiti per avere sempre cavalcature fresche e permettere agli animali che hanno già giocato di riposarsi. E anche questo momento del cambio è stato avvincente, non lo avevo mai osservato da vicino. I cavalli da polo sono animali preziosi e delicati e, nonostante questi moderni cavalieri li spingano oltre ogni limite, reagiscono ai comandi come un’unica entità in cui l’uomo e l’animale formano realmente una sintesi perfetta.

La Vip Lounge

Sarà stato lo champagne, oppure il brivido delle temperature sottozero, ma certo è che la parte più mondana e divertente si è tenuta sotto la spettacolare tensostruttura della Vip Lounge dove gli ospiti (600 euro a biglietto) hanno trovato il meglio del food e del beverage, per tutta la durata della giornata evento. Una meravigliosa Lounge grande come la hall di superhotel, montata sul ghiaccio, dove lo champagne ha fatto da sottofondo in un mare di dolci, formaggi e prelibatezze che attiravano con gli occhi prima ancora di suscitare golosità per il sapore, tra il leggero svolazzare delle parole e gioielli supercool.

In un certo senso questi due elementi, le gare e la lounge, fanno parte di uno stesso percorso mentale in cui l’eccellenza è il motivo dominante.

Una bella, indimenticabile giornata, per chi ha avuto la fortuna di esserci.

Audrey Tritto

AudreyWorldNews

In Evidenza