WEB RADIO

Music Star Tiziano Ferro
 
RMC Duets
 
RMC Love Songs
 
MC2
 
Radio Kay Kay
 
rmc
 
Radio Monte Carlo FM
 
RMC New Classics
 
Music Star Zucchero
 
Music Star Giorgia
 
Xmas Radio
 
Radio Bau & Co
 
RMC 80
 
RMC Great Artists
 
Music Star Coldplay
 
RMC 90
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Music Star Jovanotti
 
Radio Festival
 
Music Star Pino Daniele
 
RMC Italia
 
RMC Hits
 
RMC Marine
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Monte Carlo Nights Story
 

AudreyWorldNews: Speciale 26°Salone dell’Alta Orologeria di Ginevra

Sihh 2016: Il lusso e l'alta orologeria

Audrey ti porta al Salone dell’Alta Orologeria di Ginevra. GUARDA le foto esclusive

L‘inizio dell'anno è, nel mio mondo, sempre molto complicato perché si sovrappongono numerosi eventi ai quali partecipare. È dunque difficile essere presenti a tutti e avere poi anche il tempo per raccontarli. Per questo motivo è necessario focalizzarsi solo su quelli più significativi. Fra questi rientra il Sihh 2016, il 26°Salone dell’Alta Orologeria di Ginevra: l'evento degli eventi, il lusso declinato nel mondo dei gioielli e all’alta orologeria. Qui chi è amante del bello trova l´essenza e lo spirito dei brand che fanno del lusso, inteso come “sublime superfluo”, il proprio linguaggio espressivo.

Il sublime superfluo

Ginevra non è solo il tempio del potere finanziario e il luogo del business internazionale, ma è anche la località in cui si celebra una meravigliosa festa della precisione svizzera, dove si può accedere solo su invito e in cui si trova una boutique unica al mondo in cui l’attenzione è concentrata su pietre preziose e meccanismi infinitesimamente piccoli, che scintillano per la loro eccezionale bellezza artigianale. Ci si ritrova a passeggiare in uno spazio silenzioso, illuminato da luci morbide che preparano gli occhi ad essere catturati dalla sfavillante bellezza delle creazioni delle più importanti case di Alta Orologeria, tra viali coperti e tavoli affollati da ospiti, in una sorta di grande “Luxury Avenue principale” dove si aprono le meravigliose boutique superlusso.

L'eccellenza mondiale 2016

A.Lange&Söhne, Audemars Piguet, Baume & Mercier, Cartier, Greubel Forsey, IWC, Jaeger LeCoultre, Montblanc, Panerai, Parmigiani, Piaget, Richard Mille, Roger Dubuis, Vacheron Constantin, Van Cleef & Arpels e altri brand meno famosi ma di qualità estrema come Christophe Claret, De Bethune, H.Moser & Cie, Hautlence, HYT, Kari Voutilainen, Laurent Ferrier, MB&F, Urwerk hanno mostrato dove è giunta l’eccellenza mondiale nel 2016. Il centro del racconto si trova qui, nel prezioso e complicatissimo orologio che, nonostante la sua piccola dimensione, viene visto e interpretato nella sua grande bellezza.

Meravigliose scenografie

La precisione è il suo valore che può arrivare anche a milioni di euro e deriva dalla somma della ricchezza delle varie pietre preziose (tra cui spiccano i diamanti incastonati) unita ai meccanismi infinitamente piccoli e complicati che ne fanno parte e agli anni di tempo di lavoro artigianale necessario a costruirlo. A questo mondo, così piccolo e complicato, si contrappone un planetario di meravigliose scenografie che rendono gli show-room spazi “emotivamente sognanti” il cui solo intento è mostrare le fonti ispirative di simili gioielli meccanici.

Voglia di sorprendere

I brand si esprimono al loro meglio e così la vera sfida si sposta verso la voglia di sorprendere e raccontare la fantasia che sta dietro l’orologio stesso. Così Roger Dubuis ha dedicato il suo spazio alle donne, realizzando una scenografia ispirata al red carpet del Festival del Cinema di Cannes, in cui meravigliosi abiti di grandi stilisti della Haute Couture sono stati esposti su manichini che sfoggiavano ai polsi meravigliosi orologi. IWC ha ricreato un set hollywoodiano in perfetto stile “Pearl Harbour” in cui un aereo della seconda guerra mondiale, il celebre Spitfire, si stagliava all’entrata dello spazio espositivo, sospeso a mezzaria. Piaget invece si è trasformato in un luogo magico, in cui il soffitto sfavillante è stato completamente ricoperto da lunghe catene di pietre brillanti, mentre Baume & Mercier ha raccontato, attraverso gli interni di una classica residenza americana degli Hamptons a Long Island, la leggenda del marchio di auto da corsa Carroll Shelby che nel 1965 vinceva il Campionato internazionale costruttori FIA GT con la sua Cobra, cambiando per sempre il corso della storia delle gare automobilistiche.

Concept suggestivi

Richard Mille invece, sempre proiettato nel futuro, ha presentato un concept iper-futuristico in cui l’orologio era presentato in uno spazio che suggeriva l’interno degli aerei di linea del futuro, con una carlinga trasparente che permetteva di godere di ogni dettaglio del volo. La collaborazione con la Airbus, che ne ha curato l’immagine estetica, ha trasformato lo spazio in qualcosa di impalpabile e magico attraverso uno spazio fatto di luci, vetri e trasparenze enfatizzate dalle hostess con outfit tipici della sci-fiction. Mont Blanc invece, con un gigantesco meccanismo appeso al centro del suo spazio, ha realizzato uno spettacolare giroscopio dedicato al nuovo orologio Villeret Tourbillon Cylindrique Geosphères Vasco Da Gama, ispirato all’impresa di uno dei più grandi esploratori della storia, il primo europeo ad arrivare in India doppiando il capo di Buona Speranza in Sudafrica.

Un mondo di fascino e bellezza

Un soffitto fatto da centinaia di ingranaggi di orologi del laboratorio di idee di Panerai, o le meravigliose vetrine Diorama di Cartier, che sembrano uscite da disegni di illustratori del secolo scorso, hanno regalato piacere alla vista, proiettandomi in un mondo bellissimo. Uno spettacolo per i sensi, sublimato dal mondo sognante e floreale fatto di orologi e gioielli di Van Cleef & Arpels, che invece ha dedicato al concetto di luce e colori il suo spazio di una bellezza sconvolgente e di non plateale esibizione. Jager le Coultre invece ha realizzato uno spazio di pulizia esaltante per gli orologi esposti, fra cui il Reverso, che spicca per la sua esagerata bellezza e funzionalità.

I party glamour

Il Sihh 2016 è stato anche un momento glamour e mondano fatto di grandi celebrazioni per i brand, con feste ed eventi che si sono susseguiti nelle notti della settimana. Tra questi va ricordato il bellissimo party di Jager le Coultre che ha visto tra gli invitati Catherine Deneuve, Clive Owen, Christian Louboutin, Carmen Chaplin e lo sfarzoso, sfavillante, leggendario ed esaltante evento IWC, che merita un post a parte per tutta la ricchezza di contenuti raccolta intorno a questo spettacolare brand. Seguitemi e non resterete delusi.

Audrey Tritto

AudreyWorldNews

The superfluous sublime - Sihh 2016

Haute Horlogerie Salon

In my world, the beginning of the year is always so complicated, because of the overlapping of a series of events to take part, that it is difficult keeping up with everything that happens and then having even the time to tell about it. It is necessary to be cruel and thinning out the tales in order to focus on the main things, neglecting minor events and situations even if these are very interesting. There are things that can not be told later. Among these events it is included the Sihh 2016, the 26° Haute Horlogerie Salon of Geneve: the event of all the events, the luxury around the jewelry and Haute Horlogerie

 The 26° Haute Horlogerie Salon of Geneve

Here, the lovers of the beauty can find the essence and the spirit of those Brands that make luxury, intended as "superfluous sublime", their expressive language. Geneve is non only the temple of the financial power and of the places of international affairs, but it is also a place where is celebrated a marvelous festival of Swiss precision and where you can only access by invitation. There you can find a “Boutique” that is unique in the world where the attention is focused on precious stones and infinitesimally small mechanisms which sparkle for their exaggerated handmade beauty. And so you find yourself strolling in a silent space, illuminated by soft lights that prepare your eyes to be caught by the dazzling beauty of the most important houses of Haute Horlogerie creations, walking through covered paths and tables filled with guests who drink and eat for free, in a sort of large "Luxury Main Avenue" around which are opened up wonderful and super luxury boutiques.

 Wonderful and super luxury boutiques

A.Lange&Söhne, Audemars Piguet , Baume&Mercier, Cartier, Greubel Forsey , IWC, Jaeger LeCoultre, Montblanc, Panerai, Parmigiani , Piaget, Richard Mille, Roger Dubuis, Vacheron Constantin,Van Cleef&Arpels and other brands less famous but of extreme quality such as Christophe Claret, De Bethune, H.Moser &Cie, Hautlence, HYT, Kari Voutilainen, Laurent Ferrier, MB&F, Urwerk showed how far the worldwide excellence has come to in 2016. Here you can find the core of the tale,into the precious and extremely complicated watch that, despite its small size, it is seen and interpreted in its great beauty. Precision is its value that can even reach millions of Euros and derives from the sum of the wealth of the various gemstones, among which stand out the set diamonds, from the infinitely small and complicated mechanisms and from years of manual labor time required to build them. 

Emotionally dreamy spaces

To this so small and complicated world is opposed a planetarium of wonderful sceneries that make the showrooms as "emotionally dreamy" spaces, whose sole purpose is to show the sources of inspiration of these mechanical jewels. Brands express themselves at their best and so the real challenge moves toward the desire to surprise and telling the fantasy behind the watch itself, leaving aside the purely economic aspect and feeling free to represent themselves without limits of space and time. This way Roger Dubuis dedicated its space to women, creating a scenography inspired by the Red Carpet of the Cannes film festival where wonderful clothes of great designers of Haute Couture have been exhibited on mannequins at whose wrists were matched wonderful wrist watches. 

 Hollywood sets

IWC created a Hollywood set in perfect Pearl Harbour style in which a plane of the Second World War, the famous "Spitfire" standed at the entrance of his exhibition space, suspended in mid-air. Piaget instead turned into a magical place, where the glittering ceiling was completely covered by long chains of brilliant stones, while Baume & Mercier, told by the interior of a classic American townhouse of the Hamptons in Long Island, celebrated the race car legend Carroll Shelby which, in 1965, exactly 50 years ago, won the constructors International Championship with its Cobra, forever changing the course of history of motor racing. 

 A space made of lights

Richard Mille, projected into the future as usual, showed an ultra futuristic space in which the watch was presented inside a place that reminded certain airliner interiors of the future, with a transparent fuselage that let you enjoyng the flight as already told by some designers of aeronautical future.  

Behind this there is the collaboration with the Airbus which took care of aestethic image and turned the space into something imperceptible and magical through a space made of lights, glasses and transparencies emphasised by hostesses wearing typical outfits of the “sci-fiction”. 

A pleasure for the eye 

And then let’s talk about MontBlanc which, whith a huge machinery hanging up right in the middle of its space, realized a spectacular gyroscope dedicated to the new Villeret Tourbillon Cylindrique Geosphères Vasco Da Gama watch, inspired to the initiative of one of the greatest explorers in history,the first European to arrive in India rounding the Cape of Good Hope in South Africa. A ceiling made of hundreds of watch gears from the Panerai laboratories and the wonderful Diorama windows by Cartier, that seemed to come from drawings of the last century illustrators,have given pleasure to the eye, projecting me into a beautiful world. A pleasure for the eye and for the senses, sublimated by the dreamy and floral world of watches and jewelery by Van Cleef & Arpels which dedicated its space to the concept of light and colors, an amazing beauty in its non-dramatic performance

 The beautiful Jaeger le Coultre party

Jaeger le Coultre created a clean and uplifting space for the exhibited watches, among them the “Reverso” that stands out for its beauty and exaggerated functionality.  The Sihh 2016 was also a glamorous and mundane moment made of great celebrations for Brands, with parties and events that have occurred during the nights of the week. Among these we must remember the beautiful Jaeger le Coultre party which saw among the invited guests Catherine Deneuve, Clive Owen, Christian Louboutin, Carmen Chaplin and the glitzy, sparkling, legendary and exciting IWC event that deserves a different "post", because for its wealth of contents it has been able to gather around this spectacular brand.

Stay tuned and you will not be disappointed..

AudreyWorldNews

AudreyWorldNews