WEB RADIO

RMC Great Artists
 
RMC Duets
 
Music Star Coldplay
 
Music Star Tiziano Ferro
 
RMC Hits
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Radio Monte Carlo FM
 
RMC Marine
 
Radio Bau & Co
 
Radio Festival
 
RMC 80
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
RMC 90
 
RMC Love Songs
 
Music Star Jovanotti
 
Music Star Zucchero
 
Music Star Giorgia
 
RMC Italia
 
Monte Carlo Nights Story
 
RMC New Classics
 
Music Star Pino Daniele
 
Xmas Radio
 
MC2
 
rmc
 
Radio Kay Kay
 

Anna Wintour: cosa fare quando ti dicono di no!

La famosa direttrice di Vogue America - e altre celebrities- insegnano alle donne come superare con successo gli ostacoli nella propria carriera

Ricevere un no accade anche alle donne di talento e destinate a diventare famose. Attrici di Hollywood e grandi personaggi hanno affrontato il rifiuto e se sono servite per rafforzare la propria volontà, mettere meglio a fuoco i propri obiettivi e rinsaldare il carattere. Ecco le storie affascinanti (raccolte dal sito MyDomain) di come molte celebrities abbiano superato i no e trionfato sulle avversità.

Anna Wintour

L’influente direttrice di Vogue America fu licenziata da Harper’s Bazaar quand’era una giovane redattrice «perché troppo all’avanguardia». In una conferenza a New York, la Wintour ha ricordato l’episodio, definendolo «un’esperienza molto istruttiva». Che rende più forti e pronti alle sfide.

Marilyn Monroe

La diva iniziò la sua carriera come modella, e proprio in questo campo ricevette il primo no. Le fu consigliato infatti di abbandonare ogni sogno dorato e impiegarsi come dattilografa o magari trovare marito. Inutile dire che la giovane Monroe ignorò completamente questo consiglio, diventando una delle attrici più amate di sempre.

Lady Gaga

Un no anche per la nota cantante: agli inizi della sua carriera, Lady Gaga fu scaricata dalla sua prima casa discografica. La canzone “Marry The Night” è stata ispirata da questo episodio della sua vita. «Se lasci perdere dopo un rifiuto così», ha dichiarato Gaga a E!News «non potrai mai diventare un’artista». E Gaga infatti non ha abbandonato la carriera musicale.

J.K. Rowling

L’autrice della saga di “Harry Potter” era una segretaria, ma fu licenziata perché si non si dedicava al lavoro d’ufficio; preferiva esercitarsi a scrivere romanzi. Perdere il lavoro motivò la Rowling a dedicarsi alla sua vera passione e le diede il tempo di creare la serie del celebre maghetto.

Jessica Alba

L’attrice ha creato una compagnia di prodotti naturali per la casa e i bambini di gran successo, ma agli inizi ha dovuto sopportare gli sguardi di compassione altrui. «Il fatto che nessuno credesse in me mi ha spinto a continuare», ha dichiarato la star. «Ho bisogno che mi si dica no per capire esattamente dove voglio andare e come arrivarci».

Winona Ryder

Anche la star di Hollywood Winona Ryder ha dovuto subire dei rifiuti. Agli inizi della sua carriera, durante un provino, le fu detto che non era abbastanza bella per poter fare del cinema e le fu consigliato di tornare a scuola e studiare, perché i film non erano la sua strada. La Ryder ha lavorato con i più grandi registi, come Martin Scorsese, Francis Ford Coppola, Tim Burton, Woody Allen.

Jessica Chastain

L’attrice, due volte nominata all’Oscar, ha passato più di dieci anni cercando di costruirsi una carriera, tra piccoli ruoli in teatro e in tv. La sua costante perseveranza è stata adesso premiata, e la Chastain è tra le star più richieste della nuova Hollywood.