Grande musica, entusiasmo e ospiti internazionali: l’indimenticabile festa di RMC per la chiusura del Pavillon Monaco al Blue Note

Guarda le foto esclusive dell’evento organizzato per festeggiare la fine dell’Expo

Per festeggiare la chiusura dell'Expo, dopo il suo enorme successo, molti padiglioni hanno organizzato un evento all’interno della propria struttura espositiva. Per il Pavillon Monaco, Radio Monte Carlo (che è stata radio ufficiale per tutto il periodo dell'Esposizione) ha scelto un modo originale e glamour. Ha infatti organizzato, per celebrare i sei mesi di collaborazione con il Pavillon Monaco e per salutare la chiusura dell'Esposizione Universale.una serata speciale al Blue Note, il celebre locale milanese tempio della musica di qualità.

Glamour e atmosfera internazionale

L’evento è stato ricco di momenti emozionanti e si è svolto all’insegna dell’entusiasmo e della gioia di vivere, in un’atmosfera decisamente internazionale, in omaggio alla natura dell’Expo. A prendere parte alla festa non è stato infatti solo lo staff del Pavillon Monaco, ma anche quello di oltre venti Paesi ospiti dell’Esposizione Universale, dagli Stati Uniti alla Francia, dal Giappone al Kuwait, dal Messico alla Germania. Tra giovani provenienti da ogni parte del mondo, ospiti Vip tra cui Tony Renis, Mario Lavezzi e Ezio Greggio e la grande musica del dj set a cura di Marco Fullone, il gala ha mixato con successo eleganza e divertimento.

Il messaggio dell'Ambasciatore

A presentare la serata, Nick The Nightfly, che ha anche introdotto la live band di Joe Dibrutto, ensemble di grande appeal musicale, capace di coinvolgere nelle danze tutto il pubblico presente. Era presente alla serata anche l’Ambasciatore di Monaco in Italia, S.E. Robert Fillon, che ha tenuto un apprezzato discorso, ricordando la collaborazione con RMC e ringraziando Alberto Hazan, editore del Gruppo Finelco (RMC, Radio 105, Virgin Radio Italy). L'Ambasciatore ha anche dichiarato che, chiuso l’Expo, il Pavillon Monaco è destinato a nuova vita. Sarà infatti smontato e ricostruito a Loumbila, in Burkina Faso come sede operativa della Croce Rossa. La Fondazione Principessa Charlene finanzierà anche la creazione di un Centro di Salvataggio Acquatico, ospitato proprio in questa nuova struttura.

Now on air