HYUNDAI i20 quando concretezza fa rima con certezza

La piccola coreana è una vettura senza tanti fronzoli, con motori che consumano poco e rendono molto, è una scelta intelligente per chi vuole praticità ed eleganza

Ci si è sempre chiesti perché con una Casa come la Hyundai che ha la H come iniziale i modelli abbiano invece la i. Lo abbiamo scoperto provando l’ultima nata, la i20 e si scopre, giocandoci sopra, che la lettera sta per intelligente. Infatti i coreani hanno pensato a una vettura concreta, senza tanti fronzoli ma che fosse anche elegante e con consumi ridotti. Nella versione diesel da 75 CV, con un motore tre cilindri, hanno forse raggiunto il massimo.

Motori piccoli nei consumi

Certo, ci sono motori e allestimenti più potenti, ma questa ci ha intrigati perché è di appena 1.1 di cilindrata, ha tre cilindri e per un motore del genere avere 6 marce con tanta coppia, quindi guidabilità, è davvero sorprendente. Come lo sono stati i consumi, abbiamo percorso anche 100 km con 3,8 litri di carburante, se poi si viaggia in autostrada si fanno i 4,6 per 100 km ovvero si va dagli oltre 26 al litro al massimo di 21 km con un litrozzo di gasolio. Cacciali via, di questi tempi. Ma il vantaggio della nuova i20, secondo noi, è che ha dimensioni e spazi tali da poter essere una prima vettura. Infatti quattro porte più portellone, bagagliaio ampio e seduta comoda anche per cinque persone, fanno sì che si tratti di un segmento B che strizza l’occhio al C.

Ideale per neo patentati

Va benissimo per i neo patentati e per chi ha famiglia ma non molti soldi da spendere. I concetti stilistici sono tutti made in Europa, anzi quasi italiani, per questo è elegante, armoniosa e ben proporzionata. Se poi ci si aggiungono i 5 anni di garanzia km illimitati, i motivi per comprarla ci sono tutti. Se volete più cavalleria, il consiglio è la 1,4 da 90 CV, qua cambia lo scenario, si viaggia di più e si consuma poco di più. Anche sulla 1.1 il cambio è a sei marce, con la sesta lunga e motore che ronfa sotto al cofano. Certo, nello specifico, con un motore così, meglio scordarsi le riprese brucianti o gli scatti al semaforo.

Comprarla per i bassi consumi

Ci si deve accontentare, ma quando vai al distributore e fai i conti, capisci che certi sacrifici hanno la loro ragione. Sulla tenuta di strada poco da dire, nulla di eclatante ma nemmeno difetti gravi, è onesta, concreta, avvisa per tempo e sai che succede. Il tre cilindri è un motore notoriamente poco bilanciato, qua son riusciti a fare un buon lavoro, una certa rumorosità e rugosità di marcia si avverte. Con un allestimento completo che viene via a 13.200 euro (se volete altri gadget ci sono e spendete anche di più, ma con questo prezzo portate via un’auto ok e senza fronzoli inutili) il rapporto qualità prezzo ci sta tutto. Insomma, promossa su strada, per stile, consumi, allestimenti e qualità percepita. C’è in giro di meglio (ma anche di peggio), e costoso, ma se amate la concretezza qua con la i20 ci sta tutto.

Now on air