Niente più photoshop per le pubblicità: e le donne ringraziano!

Una ditta di intimo non ritocca più le foto delle sue campagne, che mostrano ora ragazze autentiche. E le vendite aumentano…

Era stata una decisione drastica, quella del brand di lingerie Aerie, nel 2014. Per le campagne pubblicitarie future le foto delle modelle non sarebbero state lavorate in photoshop. Niente bellezze ideali, dunque, dalla pelle senza imperfezioni. Ma spazio a ragazze con un po’ di pancetta, o con qualche difettuccio. Inoltre, niente supermodel dal fascino siderale, ma impossibile da raggiungere, a favore di ventenni carine, ma normali, come tante altre coetanee. L’azienda voleva infatti trasmettere un messaggio positivo alle sue clienti: infondere autostima, indurre un’accettazione serena del proprio corpo, con i suoi pregi e difetti, sottrarre le donne, soprattutto le più giovani, all’influenza negativa delle tante pubblicità popolate da modelle smunte e anoressiche.

L'iniziativa social

La trovata si è dimostrata valida: nei mesi successivi infatti le vendite della Aerie hanno visto un costante aumento, fino a toccare un picco di incremento del 13%. E l’idea di mostrare ragazze carine senza alcun uso di photoshop si è anche tradotto in un’iniziativa social. Le ragazze sono state invitate a condividere, con l’hashtag #aeriereal, le loro foto in costume da bagno. E ne sono arrivate tante, di donne allegre e normali, felici in spiaggia. E soprattutto tutte belle, perché tutte al naturale!

Now on air