WEB RADIO

RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
Music Star Jovanotti
 
rmc
 
RMC Great Artists
 
Music Star Coldplay
 
Music Star Giorgia
 
Radio Monte Carlo FM
 
RMC Hits
 
RMC Italia
 
Radio Kay Kay
 
RMC Marine
 
RMC Love Songs
 
RMC Duets
 
Music Star Tiziano Ferro
 
RMC 80
 
Music Star Pino Daniele
 
Music Star Zucchero
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Radio Festival
 
RMC New Classics
 
Radio Bau & Co
 
Monte Carlo Nights Story
 
MC2
 
RMC 90
 

La nuova Renault Espace

Versatilità ed eleganza per la monovolume della casa francese

Era la nonna di tutti i monovolume, nel senso che Renault, con Espace, ha inventato il segmento da cui poi sono arrivate numerose copie. A distanza di anni il principio di spazio, versatilità aggiunte ad eleganza, hanno trovato nuova linfa nella versione 2015 del monovolume più longevo della storia dell’automobile. Ma lo fa in linea con le tendenze moderne, ovvero con forme e parafanghi che ricordano un SUV, tanto di moda, senza avere però gli aspetti negativi dei tanto contestati sport utility vehicle, acronimo della sigla.

Materiali leggeri e resistenti

Il nuovo Espace ha lavorato di fino con una cura dimagrante fatta di materiali leggeri e resistenti, come l’alluminio per le porte e il cofano, con acciaio rinforzato nei punti giusti, abbinati a cerchi in lega da 17 18 e 19 pollici, con la chicca della versione Initial Paris che vede la sagoma della Tour Eiffel nei cerchioni, roba per palati fini a dimostrazione di una cura del particolare da fare invidia. Poi basta sedersi all’interno e si scopre che la mania perfezionistica ha raggiunto livelli eccelsi nella scelta dei materiali, plastiche che sembrano pelli, schermo R-Link da 8,7 pollici, roba da schermo panoramico per il cinema, colori alla moda, ben amalgamati, muscolatura imponente nelle linee, eleganza nelle forme, qualità negli interni, modularità degli spazi (da 5 a 7 posti), motori nuovi e in linea con consumi ed emissioni, con due diesel 1600, il Dci da 130 CV e il Twin Turbo da 160 Cv e un benzina per esagerare TCE da 200 CV. E poi il 4 control, ovvero le 4 ruote sterzanti, che vista la mole servono davvero, e tre step per le sospensioni: sport, neutral e confort, opzione questa che fa molto divano di casa morbidissimo, ma poco consigliabile se dietro siedono dei bambini, troppo sensibili alle variazioni di beccheggio.

Guida pulita

Insomma non manca niente. C’è tutto quello che serve a chi necessita di spazi, qualità e stile. I prezzi partono da 32900 euro per la versione base diesel da 130 CV (ampiamente dotata) per arrivare al top di 45500 euro. Qua manca solo la famiglia da portare a spasso, il resto c’è tutto. Il motore da 200 CV è semplicemente eccezionale per coppia e potenza, ma del tutto inutile viste le caratteristiche della vettura, non è infatti una sportiva, darci dentro col gas non serve, invece le finiture e i ritocchi estetici la rendono molto elegante, quindi un’auto da gestire con classe nelle varie condizioni. Il cambio automatico è un po’ lento nei cambi marcia, d’altronde è una berlina, non una sportiva e infine, se viaggiate sul morbido, per i bambini sui sedili posteriori l’effetto altalena con stomaco sottosopra è garantito. Quindi meglio un assetto rigido sport e guida pulita, almeno evitate gli effetti secondari…