WEB RADIO

Radio Kay Kay
 
rmc
 
Music Star Pino Daniele
 
RMC Great Artists
 
Radio Festival
 
Music Star Zucchero
 
MC2
 
Music Star Giorgia
 
RMC New Classics
 
Radio Bau & Co
 
Music Star Jovanotti
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
RMC Duets
 
RMC Hits
 
Music Star Tiziano Ferro
 
RMC Love Songs
 
Radio Monte Carlo FM
 
Monte Carlo Nights Story
 
RMC Marine
 
RMC Italia
 
Music Star Coldplay
 
RMC 90
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
RMC 80
 

L’arrivo a Monaco della Yersin

Accoglienza festosa per la motonave, che è al tempo stesso battello privato e avanzato laboratorio di ricerca

Ha fatto il suo ingresso trionfale nel porto di Monaco, lunedì 8 giugno, la motonave Yersin, che è al tempo stesso battello privato e laboratorio di ricerca. L’imbarcazione, di 77 metri, è equipaggiata con tutte le attrezzature necessarie a monitorare l’ecosistema marino e rispecchia i valori marittimi espressi dall’etichetta La Belle Classe Superyachts dello Yacht Club di Monaco: la salvaguardia dell’ambiente e le tecnologie innovative.

Tra l'avventura e la scienza

Costruita per viaggiare, informare e insegnare, affrontando tutte le condizione climatiche, persino quelle polari, di proprietà dell’armatore François Fiat, gode dell’appoggio della Fondazione Principe Alberto II e del Museo Oceanografico e fa parte del progetto battezzato A.S.E (Avventura– Scienza – Educazione). La Yersin, partita il 12 maggio dal porto di Concarneau, è stata accolta con tutti gli onori, con un concerto di sirene degli yacht ormeggiati a Port Hercule e getti d’acqua dei vigili del fuoco. Bernard d’Alessandri, Segretario Generale dello Yacht Club di Monaco ha dichiarato : «Siamo profondamente felici di accogliere una nuova unità nella flotta dello Yacht Club, tanto più che il suo armatore è il primo ambasciatore della La Belle Classe Superyachts. Questo battello mantiene tutte le sue promesse e fa risorgere lo spirito della Calipso. Le auguro tante felici navigazioni».

Un battello da esplorazione

L’armatore François Fiat ha aggiunto: «È eccezionale essere accolti in questo modo. Sognavo da molto un battello ecologico come questo, un vero natante da esplorazione, destinato all’avventura, alla scienza e all’educazione delle generazioni future. La nave è stata battezzata Yersin, in omaggio al medico delle Messaggerie marittime a cui l’umanità deve la scoperta del bacillo della peste. Ho voluto riprendere come motto una delle sue frasi : senza movimento non c’è vita». Sabato 20 giugno la Yersin sarà presentata ufficialmente a S.A.S. il Principe Alberto II.