WEB RADIO

RMC Duets
 
RMC 80
 
RMC New Classics
 
MC2
 
Radio Bau & Co
 
RMC Hits
 
Music Star Giorgia
 
Music Star Coldplay
 
RMC BUDDHA-BAR Monte Carlo / Radio
 
rmc
 
Mina: Ieri Oggi e Domani
 
Music Star Pino Daniele
 
RMC Marine
 
Radio Festival
 
Music Star Zucchero
 
RMC Love Songs
 
RMC 90
 
Monte Carlo Nights Story
 
RMC Italia
 
Radio Monte Carlo FM
 
Music Star Jovanotti
 
Music Star Tiziano Ferro
 
Radio Kay Kay
 
RMC Great Artists
 

UNAIDS CHARITY NIGHT

Una serata di gala per salvare i bambini nati malati di Aids

La raccolta per strappare 190mila bambini alla morte per Aids.

L' UNaids charity gala di Ginevra è stato il primo gala di raccolta fondi in Svizzera, per garantire che i bambini in tutto il mondo siano protetti dal virus del HIV e che le madri ammalate abbiano accesso ai farmaci antiretrovirali per assicurare che i figli possano sopravvivere alla malattia, strappandoli alla morte.

L'appoggio delle Nazioni Unite

Il progetto fa parte del programma delle Nazioni Unite per l'AIDS/HIV e, grazie all'hotel InterContinental Genève e agli altri main sponsor Cartier e Etihad Airways, ha portato nel cuore di Ginevra la raccolta fondi.

Nel solo 2013, 190.000 bambini sono morti di malattie correlate all'AIDS e circa 240.000 bambini sono state infettati con il virus HIV.
Senza trattamento contro l'HIV, la metà di tutti i bambini nati con l'HIV muore all'età di due anni e la maggior parte muore prima del quinto compleanno.

Per questa ragione la serata è stata una esperienza profondamente toccante che mi ha catturato e mi ha spinto a raccontarla.

La storia di Ashley Rose

Ashley Rose Murphy, una bambina canadese adesso ormai 18 enne, è salita sul palco e ha raccontato come, nata con l'aids, si è salvata grazie proprio a quei farmaci che si cerca di acquistare attraverso i fondi raccolti nella serata.

Ashley ha raccontato come i farmaci l'hanno salvata e le hanno permesso di essere sul palco a testimoniare con la sua presenza la lotta per la vita e per garantire a tutti i farmaci, già dal disponibili dal 1998 in Canada, e che ancora oggi 190.000 bambini non possono ricevere, per il solo fatto che non hanno avuto la sua fortuna, nella sfortuna, di vivere in un paese come il suo.

Il lato migliore del Luxury e del Glamour

Ashley è profondamente impegnata a diffondere con la sua testimonianza la necessità di raccogliere fondi e la sua dedizione alla causa mi ha realmente appassionata.
Le sue parole mi hanno toccato profondamente ed è stato importante ascoltarla e vivere la serata come un'occasione “diversa” in cui il Luxury e il Glamour hanno offerto il loro lato migliore, dove oltre ai gadget ricevuti e al ricordo del piacere della festa ho potuto portare a casa qualcosa che mi ha arricchito “dentro”.

La musica di Nico & Vinz e l'asta benefica

Nico & Vinz poi - il duo musicale del successo internazionale di "Am I Wrong" - hanno voluto dare il loro supporto presentando sul palco "My Melody", una canzone dedicata alle persone che vivono con l'HIV.

In un'asta dal vivo, curata da David Bennett di Sotheby, sono stati battuti pezzi di alta gioielleria della Maison Cartier, pezzi della collezione moda di Victoria Beckham, di Christian Louboutin, un orologio Piaget e una stampa in edizione limitata di Nelson Mandela donato da Annie Leibovitz.

Il rapporto con l'Africa

Il legame con l'Africa e con la voglia “dell'Africa” di portare avanti questa difficile lotta, è stato testimoniato dalla presenza di Caroline Rupert (produttrice cinematografica e membro di una delle più influenti famiglie Sud Africane), e dai nipoti di Nelson Mandela - Kweku Mandela e Ndaba Mandela - profondamente impegnati in questa difficile battaglia.

Una serata memorabile

"Tante storie ispirano la nostra musica, e attraverso la nostra musica, siamo in grado di raggiungere così tante persone. Vogliamo diffondere la parola, sensibilizzare l'opinione pubblica per l'HIV, e combattere la negatività con la positività. "
Nico & Vinz
Sicuramente una bellissima serata che mi ha segnato profondamente e che non dimenticherò mai più.

Se potete donate, se non potete parlatene!

Audrey

WWW.AUDREYWORLDNEWS.COM

WWW.AUDREYWORLDNEWS.COM

In Evidenza